• Homepage
  • PresseVDA
  • 03/13/2020 - 20:01 - COVID-19 in Valle d’Aosta: aggiornamento del 13 marzo 2020 – ore 19

03/13/2020 - 20:01 - COVID-19 in Valle d’Aosta: aggiornamento del 13 marzo 2020 – ore 19

Indietro

Alla presenza del Presidente della Regione, degli Assessori regionali e del Gruppo di coordinamento regionale istituto dalla Protezione civile per la gestione sul territorio regionale del COVID-19, si è svolta oggi, venerdì 13 marzo 2020, una conferenza stampa in collegamento streaming sul canale YouTube della Regione Valle d’Aosta, per fare il punto della situazione in Valle d’Aosta in relazione alla gestione e alla diffusione del COVID-19 e per l’aggiornamento serale del bollettino dati.

Nel dettaglio, è stato tracciato il percorso, anche temporale dell’approvvigionamento dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e della loro distribuzione in Valle d’Aosta.

Sin dal 7 febbraio 2020, il Gruppo di coordinamento regionale istituto dalla Protezione civile per la gestione sul territorio regionale del COVID-19 ha richiesto al Coordinamento dell’emergenza nazionale per il tramite della Commissione speciale di Protezione civile, il seguente materiale:
· 40 mila mascherine FFP2;
· 20 mila mascherine FFP3;
· 500 mila mascherine chirurgiche;
· 1 milione guanti in nitrile;
· 500 mila guanti in vinile;
· 500 mila guanti in lattice;
· 20 mila litri di detergente mani;
· 35 mila litri di detergente igienizzante;
· 50 mila litri di soluzione idroalcolica;
· 3 mila dispenser a muro con detergente igienizzante;
· 40 mila camici impermeabili DPI di 3^ categoria;
· 50 mila camici impermeabili da destinare al personale medico;
· 1 modulo di isolamento;
· 12 apparati di monitoraggio;
· 12 apparati di ventilazione invasiva;
· 12 apparati di ventilazione non invasiva;
· 160 caschi CPAP per la ventilazione;
· 100 caschi NIV per l’ossigenazione;
· 2 centraline di monitoraggio per attivazione posti letto;
· 50 flussimetri per attivazione posti letto;

Ad oggi, venerdì 13 marzo, il Coordinamento dell’emergenza nazionale ha fornito alla Protezione civile della Valle d’Aosta il seguente materiale:
· 22 mila 100 mascherine FFP2;
· 14 mila mascherine chirurgiche;
· 5 mila guanti in lattice;
· 3 mila guanti in vinile;
· 3 mila guanti in nitrile;

La Protezione Civile della Valle d’Aosta ha inoltre acquisito presso i punti di vendita autorizzati presenti sul territorio regionale, 970 camici idrorepellenti e impermeabili, mentre l’Assessorato alla Sanità, Salute e Politiche sociali ha reperito presso l’Istituto Zooprofilattico Piemonte-Valle d’Aosta-Liguria e presso l’associazione ANABORAVA ulteriori mille camici con le stesse caratteristiche.

Sino ad oggi, la Protezione civile della Valle d’Aosta ha consegnato all’Azienda USL della Valle d’Aosta il seguente materiale:
· 9 mila 250 mascherine FFP2;
· 5 mila mascherine chirurgiche;
· 1.970 camici idrorepellenti e impermeabili;

Ad oggi, la Protezione civile della Valle d’Aosta ha consegnato agli Enti locali, al Volontariato di Protezione civile, alla Croce Rossa Italiana sezione Valle d’Aosta e al Corpo Forestale valdostano un totale di 3 mila 600 mascherine FFP2 e una prima fornitura di guanti.

L’Azienda USL della Valle d’Aosta, con un investimento di circa 130 mila euro, ha acquistato materiale per il laboratorio analisi dei tamponi, operativo da domenica 15 marzo, e attrezzature per la terapia intensiva.
L’Azienda sta, inoltre, provvedendo alla fornitura di apparati di ventilazione mediante noleggio.

A partire dalla prossima settimana, sarà avviato un progetto di assistenza psicologica per rispondere alle esigenze della popolazione e degli operatori sanitari.

Infine, è stato rivolto un appello alle Assistenti personali, meglio conosciute come badanti, operanti sul territorio della Valle d’Aosta. Coscienti del lavoro di estrema importanza che le badanti svolgono, tanto più in questo momento di particolare emergenza, si chiede per la loro personale incolumità e per quella delle persone che assistono, che dal punto di vista sanitario appartengono alla fascia delle persone più a rischio e più vulnerabili, di attenersi scrupolosamente alle indicazioni del DPCM emanato.


0262
mg
Fonte: Presidenza della Regione – Ufficio stampa Regione autonoma Valle d’Aosta



Indietro