TIROCINI PER PERSONE STRANIERE RESIDENTI ALL’ESTERO.

 Scheda informativa URP
DescrizioneIl tirocinio consiste in un periodo di orientamento e di formazione in azienda, finalizzato al completamento di un percorso di formazione personale iniziato nel paese di origine, avere una durata minima di almeno tre mesi e non superare i dodici ed essere attivato entro quindici giorni dalla richiesta di permesso di soggiorno.
Il tirocinio non è un rapporto di lavoro, non può essere utilizzato per tipologie di attività lavorative per le quali non sia necessario un periodo formativo, né per professionalità elementari connotate da compiti generici e ripetitivi, ovvero per attività riconducibili alla sfera privata.
Link di accesso al servizio online
  Altre informazioni
Requisiti richiedenteRequisiti del soggetto ospitante:
- avere sede legale e/o unità produttiva sul territorio regionale
- essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (D.lgs 81/2008) e con la normativa 68/1999.
Fatti salvi i licenziamenti per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo e fatti salvi specifici accordi sindacali, i soggetti ospitanti non devono avere effettuato i licenziamenti sottoelencati nei dodici mesi precedenti l'attivazione del tirocinio e nella stessa unità organizzativa,
intendendosi per tale gli uffici, i reparti, le aree produttive:
a) licenziamento per giustificato motivo oggettivo;
b) licenziamenti collettivi;
c) licenziamento per fine appalto;
d) risoluzione del rapporto di apprendistato per volontà del datore di lavoro, al termine del periodo formativo.
Il soggetto ospitante non deve avere procedure di CIG straordinaria o in deroga in corso per attività equivalenti a quelle del tirocinio, nella medesima unità operativa, salvo il caso in cui ci siano accordi con le organizzazioni sindacali che prevedono tale possibilità. Il soggetto ospitante che ha in corso contratti di solidarietà di tipo ”espansivo" può attivare tirocini.
Non si possono attivare tirocini in presenza di procedure concorsuali, salvo il caso in cui ci siano accordi con le organizzazioni sindacali che prevedano tale possibilità.
Non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all'esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche, ovvero riservate alla professione.
Il soggetto ospitante deve prevedere la corresponsione di una indennità al tirocinante , provvedere alla copertura degli oneri assicurativi, fornire vitto ed alloggio al tirocinante, pagare le spese di viaggio nei casi di rientro coattivo nel Paese di provenienza.
Il medesimo soggetto non può fungere, in relazione ad uno stesso tirocinio, da soggetto promotore e da soggetto ospitante.
Documentazione da presentareDue originali della Convenzione su specifico modello con i previsti allegati e due originali del progetto formativo. Richiesta di visto al progetto formativo.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimento- Accordo Governo, Regioni e Province autonome sulle “Linee Guide in materia di tirocini per persone straniere residenti all’estero”, sottoscritto in data 5 agosto 2014
- Delibera della Giunta regionale n. 693/2021 “Disciplina in materia di tirocini”
Termine presentazione della domandaLa richiesta di visto può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)60
Eventuale spesa previstaNon sono previste spese.
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)90
Reclami e ricorsiPossibile ricorso nei modi di legge.
Note
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoAssessorato sviluppo economico, formazione e lavoro
DipartimentoDipartimento politiche del lavoro e della formazione (34.)
Struttura
UfficioUfficio Imprese (34.0.22)
IndirizzoPiazza della Repubblica 15 – piano secondo
Telefono0165274703 0165274718 0165274516
Fax0165/31334
E-Mailtirociniaosta@regione.vda.it
PECpolitiche_lavoro@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoValentina Betti – Monica Vona – Alex Borinato
DirigenteCarla Stefania RICCARDI - tel:0165/274976 - politiche_lavoro@regione.vda.it
Titolare potere sostitutivo in caso di inerziaStefania Fanizzi (segretario generale della Regione) - tel. 0165 273260 - email segretario_generale@regione.vda.it. Inoltrare richiesta di intervento sostitutivo
Orario di apertura al pubblico9.00 – 12.30 / 14.00 – 16.00