PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE MED 2014/20 (FESR)

 Scheda informativa URP
DescrizioneIl Programma persegue l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile dell’area mediterranea, diffondendo modelli e pratiche innovative oltreché l’uso razionale delle risorse, supportando, inoltre, l’integrazione sociale attraverso un approccio alla cooperazione fortemente integrato e territoriale. Sono 13 gli Stati mediterranei interessati dal Programma – di cui 10 Stati membri dell’Unione europea e 3 paesi candidati – e 53 le regioni partecipanti. Le risorse pubbliche assegnate per l’intero ciclo di programmazione ammontano ad oltre 265 milioni di euro. La strategia del Programma si articola su quattro Assi prioritari, di cui uno di Assistenza tecnica: • Asse 1 “Smart Med” per promuovere le capacità innovative dell’area mediterranea di sviluppare una crescita intelligente e sostenibile”. A tale Asse è dedicato un finanziamento pari al 32% dei fondi a disposizione del Programma;
• Asse 2 “Low carbon” per favorire l’efficienza energetica e le strategie a bassa emissione di carbonio in territori specifici dell’area MED: città, isole e aree remote. A tale Asse è dedicato un finanziamento pari al 20% dei fondi a disposizione del Programma;
• Asse 3 “Med resources” per proteggere e promuovere le risorse culturali e naturali del Mediterraneo. A tale Asse è dedicato un finanziamento pari al 34% dei fondi a disposizione del Programma;
• Asse 4 “Un mar Mediterraneo condiviso” per la governance del Mediterraneo, sostenendo il processo di rafforzamento e sviluppo del quadro di coordinamento multilaterale per fornire risposte congiunte a sfide comuni a livello di Bacino. A tale Asse è dedicato un finanziamento pari all’8% dei fondi a disposizione del Programma;
• Asse 5 “Assistenza tecnica” per favorire un’attuazione efficace del Programma e migliorare il sostegno ai potenziali soggetti proponenti e ai beneficiari, anche con in coinvolgimento nell’attuazione del Programma dei pertinenti partner. A tale Asse è dedicato un finanziamento pari al 6% dei fondi a disposizione del Programma. ORGANISMI DI GESTIONE DEL PROGRAMMA, COMPOSIZIONE E FUNZIONI
Comitato di sorveglianza
A carattere transnazionale e composto dai rappresentanti dei Paesi partecipanti, il Comitato di sorveglianza assicura la qualità e l’efficacia dell’attuazione del Programma e approva il finanziamento dei progetti. Le decisioni sono assunte per consenso delle delegazioni nazionali rappresentate, ciascun Paese partecipante dispone di un voto.
Autorità di gestione
L’Autorità di gestione – Région Provence-Alpes- Côte d’Azur / Direction Générale Adjointe des Relations Internationales et des Affaires Européennes – è responsabile della corretta gestione del Programma, nonché della sua attuazione, in conformità con quanto stabilito dalle norme europee.
Autorità di certificazione
L'Autorità di certificazione – Stato spagnolo / Ministero delle finanze e delle amministrazioni pubbliche Sottodirezione generale di certificazione e pagamenti / Direzione generale dei fondi comunitari – certifica che le spese sono conformi alle normative europee e nazionali ed è responsabile dei pagamenti per la quota di cofinanziamento europeo (FESR) ai capofila di progetto.
Autorità di audit
L'Autorità di audit – Stato francese / Commission Interministérielle de Coordination des Contrôles et Actions cofinancées par les Fonds Européens (CICC) – assicura che gli audit dei progetti siano effettuati in base a standard di controllo accettati a livello internazionale e verifica la regolarità delle dichiarazioni di spesa.
Comitati nazionali
Le posizioni nazionali sono definite e adottate in appositi organismi collegiali, i Comitati nazionali, la cui composizione varia da Stato a Stato. Per l’Italia, tale Comitato è composto da rappresentanti dello Stato, delle Regioni, delle Provincie autonome, degli Enti locali e del partenariato socio-economico.
Link di accesso al servizio online
  Altre informazioni
Requisiti richiedentePossono beneficiare dei finanziamenti previsti dal Programma tutti i soggetti pubblici o privati dotati di personalità giuridica. I requisiti minimi per la partecipazione sono definiti nei singoli inviti a presentare proposte progettuali.
Documentazione da presentarePer poter accedere al finanziamento del Programma è necessario depositare un fascicolo progettuale, accompagnato da alcuni documenti obbligatori. Il processo di deposito è completamente informatizzato ed è assicurato dal sistema “Synergie CTE”.
Le indicazioni utili alla presentazione delle proposte progettuali sono contenute nello specifico manuale che accompagna ciascun bando. Tutti i documenti di riferimento sono scaricabili dal sito ufficiale del Programma Med 2014/20.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimentoRegolamenti UE nn. 1299/2013, 1301/2013, 1303/2013 e successive modificazioni
Decisione della Commissione europea C(2015)3756, del 2 giugno 2015, di approvazione del Programma.
Delibera CIPE n. 10 del 28 gennaio 2015
CollegamentiProgramma Med 14/20
Termine presentazione della domandaI termini di presentazione delle proposte progettuali sono indicati nei singoli “inviti”. Le informazioni relative all’apertura e alla chiusura dei bandi sono pubblicate nel sito ufficiale del Programma, sulla home-page del sito regionale e nella sezione Europa.
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)0
Eventuale spesa prevista
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)180
Reclami e ricorsiL’Ufficio di rappresentanza a Bruxelles è a disposizione per chiarimenti e informazioni aggiuntive rispetto alle procedure amministrative previste dal Programma, nonché per l’assistenza tecnica alla predisposizione delle proposte progettuali. Allo stesso Ufficio possono altresì essere segnalate eventuali criticità o difficoltà riscontrate nelle procedure attivate. Gli eventuali ricorsi possono essere proposti verso la Regione Autonoma Valle d’Aosta per gli atti di propria competenza o verso la Région Provence-Alpes- Côte d’Azur / Direction Générale Adjointe des Relations Internationales et des Affaires Européennes per gli atti di competenza dell’Autorità di gestione.
NoteTempi per evadere la richiesta: dalla scadenza del bando all’approvazione dei progetti, da parte del Comitato di sorveglianza, trascorrono circa 180 giorni.
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoAssessorato istruzione, universita', politiche giovanili, affari europei e partecipate
DipartimentoDipartimento politiche strutturali e affari europei (53.)
StrutturaUfficio di rappresentanza a bruxelles (53.2.)
UfficioUfficio Cooperazione Territoriale (53.2.10)
IndirizzoLoc. Le Grand-Chemin - Rue Grand Chemin, 46 - 11020 SAINT-CHRISTOPHE
Telefono0165/272911
Fax0
E-Maild.genna@regione.vda.it
PECaffari_europei@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoDavide Genna
DirigenteDavide Genna
Titolare potere sostitutivo in caso di inerziaPetterle Nadia
Orario di apertura al pubblicoda lunedì a venerdì 09.00 - 14.00