RISCOSSIONE COATTIVA DEI CREDITI DERIVANTI DA SANZIONI AMMINISTRATIVE

 Scheda informativa URP
DescrizioneIn assenza di pagamento nei termini stabiliti della sanzione prevista per la violazione contestata sono emessi i ruoli con i quali è posta in carico agli agenti, competenti in relazione al luogo di residenza del debitore, la riscossione coattiva degli importi dovuti.
Questi ultimi notificano ai debitori la cartella di pagamento.
Link di accesso al servizio online
  Altre informazioni
Requisiti richiedenteIl debitore, al quale sia stata notificata una cartella di pagamento relativamente a ruoli resi esecutori dal Presidente della Regione, anche nell’esercizio delle attribuzioni prefettizie, può presentare a detta autorità istanza volta a:
- ottenere informazioni relative alla riscossione coattiva del credito, oppure
- ottenere il discarico amministrativo della cartella di pagamento nei seguenti casi:
a) avvenuto pagamento della sanzione nei termini;
b) pendenza di un ricorso amministrativo, ex art. 203 codice della strada, avverso il verbale di accertamento della violazione posto alla base dell’iscrizione a ruolo;
c) decesso del debitore, in tal caso l'istanza dev'essere presentata dall'erede.
Il debitore può altresì comunicare, per le determinazioni di competenza, l'omessa notifica del titolo esecutivo o la pronuncia di una sentenza di annullamento totale o parziale del titolo stesso.
Documentazione da presentareAlle istanze, per qualunque motivo proposte, deve essere allegata copia della cartella di pagamento, alla domanda di discarico dev’essere altresì allegata l’ulteriore documentazione probatoria indicata nel relativo modulo di richiesta.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimentoart. 27 della L. 24/11/1981, n. 689
art. 206 del D.Lgs 30/04/1992, n. 285
art. 1, commi 537 e segg. della L. 24/12/2012, n. 228 (legge di stabilità 2013)
Termine presentazione della domandaL’invio di istanze, richieste e comunicazioni, non sospende i termini per la proposizione dell’opposizione innanzi all’Autorità Giudiziaria avverso la cartella di pagamento.
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)
Eventuale spesa prevista
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)
Reclami e ricorsiAvverso la cartella di pagamento derivante dall’iscrizione a ruolo del credito è ammessa opposizione: - nelle forme e nei termini di cui agli artt. 6 e 7 del D.Lgs. 01/09/2011, n. 150, innanzi all'Autorità giudiziaria competente per territorio in relazione al luogo della commissione della violazione, qualora la cartella di pagamento sia stata emessa senza essere preceduta dalla notifica dell’ordinanza-ingiunzione o del verbale di accertamento di violazione del codice della strada; - nelle forme e nei termini di cui all’art. 615 c.p.c., allorché si contesti la legittimità della procedura di riscossione coattiva per omessa notifica della cartella di pagamento, o si adducano fatti estintivi sopravvenuti alla formazione del titolo; - nelle forme e nei termini di cui all’art. 617 c.p.c., per motivi inerenti vizi propri della cartella di pagamento o dei successivi atti esecutivi.
NoteLe istanze devono essere presentate al Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, presso la s.o. Sanzioni amministrative, sita ad Aosta in via Ollietti n. 3 con le seguenti modalità:
- recandosi presso gli uffici della struttura in orario di ufficio (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00);
- a mezzo posta;
- mediante trasmissione a mezzo fax al n. 0165/275757;
mediante l’invio all’indirizzo di posta elettronica certificata: sanzioni_amministrative@pec.regione.vda.it.
Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonicamente ai nn. 0165/275709-0165/275707.
Le modalità per l'effettuazione del pagamento delle somme dovute sono indicate nella cartella notificata dall'Agente della riscossione.

Tempo medio:
25 giorni

Tempi per evadere la richiesta:
- 30 giorni dal ricevimento dell’istanza per i procedimenti di competenza del Presidente della Regione, nell’esercizio delle attribuzioni prefettizie (art. 2 e ss. della legge 07/08/1990 n. 241);
- 60 giorni dal ricevimento dell’istanza per i procedimenti di competenza del Presidente della Regione (art. 3 e ss. della legge regionale 06/08/2007, n. 19).

Entro 60 giorni dalla notifica da parte del concessionario del primo atto di riscossione o di un atto esecutivo o cautelare, il debitore può altresì presentare all’Agente della riscossione una dichiarazione, finalizzata all’immediata sospensione della riscossione, ai sensi dell’art. 1, commi 537 e segg. della L. 24/12/2012, n. 228.
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoPresidenza della regione
DipartimentoDipartimento legislativo e aiuti di stato (13.)
StrutturaSanzioni amministrative (13.4.)
Ufficio
IndirizzoVia Ollietti 3 - 11100 Aosta
Telefono0165/275709 0165/275707
Fax0165/275757
E-Mailsanzioniamministrative@regione.vda.it
PECsanzioni_amministrative@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoAlessandra Latella - Serena Obert
DirigenteStefano Ferrucci
Titolare potere sostitutivo in caso di inerzia
Orario di apertura al pubblico09.00-14.00