ISTITUTI DI INFORMAZIONI COMMERCIALI - RILASCIO LICENZA INFORMATORE...

 Scheda informativa URP
DescrizioneL'informatore commerciale titolare di istituto può chiedere, ai sensi dell'art. 257-bis del R.D. 06.05.1940, n. 635 (Regolamento per l'esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza), il rilascio di specifica licenza anche per coloro che, nell'ambito dello stesso istituto, svolgono professionalmente e con vincolo di subordinazione, l'attività di raccolta di informazioni commerciali.
La licenza rilasciata all'informatore commerciale dipendente è in ogni caso subordinata alla permanenza in essere della licenza del titolare dell'istituto di informazioni commerciali.
La licenza ha validità triennale. Per il rinnovo si veda la scheda "Investigatori e informatori commerciali dipendenti - rinnovo licenza".
Link di accesso al servizio online
  Altre informazioni
Requisiti richiedenteIl richiedente deve essere in possesso di licenza in qualità di titolare di istituto rilasciata ai sensi dell'art. 134 TULPS.
Il soggetto per il quale si richiede il rilascio della licenza come informatore commerciale dipendente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti morali
L'informatore commerciale dipendente deve possedere i requisiti richiesti dalla legislazione di pubblica sicurezza (artt. 11, 134 del R.D. 18.06.1931, n. 773 - Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS), e art. 257-quater del R.D. 06.05.1940, n. 635 - Regolamento per l'esecuzione del TULPS).

Requisiti professionali
L'informatore commerciale dipendente, ai sensi dell'allegato G al D.M. 01.12.2010 n. 269, deve:
1. essere in possesso di diploma di scuola media superiore;
2. aver svolto con profitto, per almeno un triennio, un periodo di pratica, presso un informatore commerciale autorizzato da almeno cinque anni, in costanza di rapporto di lavoro e con esito positivo espressamente attestato dallo stesso informatore;
3. aver partecipato a corsi di perfezionamento teorico-pratico in materia di informazioni commerciali, organizzati da strutture universitarie o da centri di formazione professionale riconosciuti dalle Regioni e accreditati dal Ministero dell'Interno - Dipartimento della pubblica sicurezza;
4. (in alternativa ai punti 2 e 3) aver svolto documentata attività di indagine in seno ai reparti investigativi delle Forze di polizia, con specifico riferimento a reati in materia finanziaria, per un periodo non inferiore a cinque anni, e aver lasciato il servizio, senza demerito, da non più di quattro anni.
Documentazione da presentare- Istanza per il rilascio della licenza, in bollo da euro 16,00.
- Dichiarazione attestante il possesso, da parte del dipendente, dei requisiti professionali minimi e di capacità tecnica indicati nell'allegato G del D.M. 269/2010.
- Documentazione attestante la posizione di subordinazione del dipendente rispetto all'informatore commerciale titolare.
- Autocertificazione del dipendente.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimentoR.D. 18.06.1931 n. 773, Artt. 134, 135, 136, 137, 139 (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza - TULPS).
R.D. 06.05.1940 n. 635, Artt. da 257 a 260-quater (Regolamento di attuazione del TULPS).
D.M. 01.12.2010 n. 269 (Regolamento recante i requisiti minimi di qualità degli istituti e dei servizi di vigilanza privata ed investigazione e di professionalità e capacità tecnica richiesti per la direzione dei medesimi).
Termine presentazione della domandaLa domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell'anno.
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)0
Eventuale spesa prevista
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)30
Reclami e ricorsiRicorso al TAR entro 60 giorni dalla notifica o ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni dalla notifica.
NoteÈ fatta salva la possibilità per il titolare di istituto di avvalersi, previa comunicazione al Prefetto ai sensi dell'art. 259 del Regolamento e dell'art. 5 del D.M. 269/2010, dell'opera di meri collaboratori cui affidare unicamente lo svolgimento di incarichi elementari, intesi come prestazioni, prevalentemente materiali, che concorrono alla realizzazione dell'attività curata dal titolare.

Si precisa che non si dispone di dati in merito al tempo medio di erogazione del servizio in quanto negli ultimi anni non sono state presentate istanze.
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoPresidenza della regione
DipartimentoDipartimento legislativo e aiuti di stato (13.)
StrutturaAffari di prefettura (13.1.)
UfficioUfficio Affari Di Prefettura (13.01.10.)
IndirizzoPiazza della Repubblica, 15 - 11100 Aosta
Telefono0165/274965
Fax0165/274959
E-Mailprefettura@regione.vda.it
PECaffari_prefettura@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoFanelli Marco
DirigenteCastronovo Rosaria
Titolare potere sostitutivo in caso di inerziaQuattrocchio Roberta
Orario di apertura al pubblicoDal lunedì al venerdì: ore 9.00-14.00 previo appuntamento telefonico