RICORSI PER VIOLAZIONI ALLE NORME IN MATERIA DI CIRCOLAZIONE STRADALE.

 Scheda informativa URP
DescrizioneAvverso i verbali di contestazione di violazione alle norme del codice della strada e avverso l'applicazione delle sanzioni accessorie ivi previste, l'interessato, purchè non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta, può proporre ricorso al Presidente della Regione nell'esercizio delle attribuzioni prefettizie.
Link di accesso al servizio online
  Altre informazioni
Requisiti richiedenteAll'interessato deve essere stato contestato o notificato il verbale.
Documentazione da presentareIl ricorso deve essere indirizzato al Presidente della Regione nell'esercizio delle attribuzioni prefettizie per il tramite dell'ufficio o comando cui appartiene l'organo accertatore, oppure può essere inviato direttamente al Presidente della Regione, presso la s.o. Sanzioni amministrative.
Il ricorrente può chiedere di essere sentito.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimentoD.Lgs 30/04/1992, n. 285, Nuovo codice della strada;
D.P.R. 16/12/1992, n. 495, Regolamento di esecuzione ed attuazione del Nuovo codice della strada.
Termine presentazione della domandaIl ricorso deve essere presentato o inviato con raccomandata A/R entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale.
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)
Eventuale spesa prevista
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)
Reclami e ricorsiAvverso l’ordinanza emessa dal Presidente della Regione nell’esercizio delle attribuzioni prefettizie, ai sensi dell’art. 205 del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285, Nuovo codice della strada, e dell’art. 6 del D.Lgs. 01/09/2011, n. 150, è ammesso ricorso al Giudice di Pace di Aosta entro trenta giorni dalla notificazione del provvedimento.
NoteLe modalità per l'effettuazione del pagamento delle sanzioni sono indicate nell'ordinanza-ingiunzione.
Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonicamente ai numeri 0165/275709 o 0165/275704.

Tempo medio:
120 giorni

Tempi per evadere la richiesta:
ai sensi degli artt. 203 e 204 c.d.s., nell’ipotesi in cui il ricorso sia presentato direttamente al Presidente della Regione, nell’esercizio delle attribuzioni prefettizie, il Presidente lo trasmette al comando cui appartiene l’organo accertatore entro trenta giorni dalla sua ricezione. Il comando trasmette gli atti al Presidente della Regione nel termine di sessanta giorni dal deposito o dal ricevimento del ricorso. Il Presidente della Regione, se ritiene fondato l’accertamento emette ordinanza-ingiunzione entro centoventi giorni dalla ricezione degli atti dall’ufficio accertatore. Quando il ricorrente ha richiesto di essere sentito, i termini si interrompono con l’invito a presentarsi e restano sospesi fino alla data fissata per l’audizione.Pertanto, in considerazione del fatto che tali termini si cumulano tra di loro, il provvedimento prefettizio deve essere emesso entro centottanta giorni, se il ricorso è presentato presso l’organo accertatore e duecentodieci giorni, se è presentato presso il Presidente della Regione.
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoPresidenza della regione
DipartimentoDipartimento legislativo e aiuti di stato (13.)
StrutturaSanzioni amministrative (13.4.)
Ufficio
IndirizzoVia Ollietti 3 - 11100 Aosta
Telefono0165/275709 0165/275704
Fax0165/275757
E-Mailsanzioniamministrative@regione.vda, it
PECsanzioni_amministrative@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoStefano Ferrucci
DirigenteStefano Ferrucci
Titolare potere sostitutivo in caso di inerzia
Orario di apertura al pubblico09.00-14.00