MAESTRI DI SCI STRANIERI

 Scheda informativa URP
DescrizioneL'esercizio stabile o temporaneo della professione di maestro di sci in Valle d'Aosta da parte di maestri di sci stranieri è disciplinato dall'art. 7bis della legge regionale 31 dicembre 1999, n. 44 e successive modificazioni e integrazioni.
Link di accesso al servizio onlinehttps://www.regione.vda.it/asstur/professioni_del_turismo/maestri_sci_stranieri_i.asp
http://www.maestridisci.com/
  Altre informazioni
Requisiti richiedenteL’esercizio temporaneo della professione da parte di maestri di sci provenienti, con i propri clienti, da Stati membri dell’UE diversi dall’Italia o di maestri stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, ai sensi dell’articolo 7 bis, comma 3, della l.r. 44/1999, può avvenire alle condizioni e secondo le modalità e procedure previste nelle presenti disposizioni.
1. Il maestro di sci straniero in possesso di un titolo di massimo grado, comprensivo
dell’attestazione “Eurotest” e “Eurosecurité”, che lo abilita all’esercizio della professione in forma autonoma nel proprio Paese di provenienza, può svolgere la prestazione in Valle d’Aosta in piena autonomia.
2. Il maestro di sci straniero in possesso di un titolo di massimo grado, che abilita all’esercizio della professione in forma autonoma nel proprio Paese di provenienza, ma non in possesso delle attestazioni “Eurotest” o “Eurosecurité”, può alternativamente scegliere tra:
a) sottoporsi alle prove compensative allo scopo di colmare le differenze tra la formazione posseduta e la formazione richiesta dalla normativa vigente per lo svolgimento della professione di maestro di sci in Valle d’Aosta e poter esercitare, nel caso di superamento di dette prove, in autonomia, nei limiti di cui all’articolo 7 bis, comma 3, della l.r. 44/1999;
b) non sottoporsi alle misure compensative citate, ma esercitare la professione esclusivamente sotto la vigilanza di una scuola di sci autorizzata.
3. Il maestro di sci straniero non in possesso di un titolo di massimo grado, può esercitare la professione esclusivamente sotto la vigilanza di una scuola di sci, nei limiti di competenza attribuitigli dal titolo professionale nel Paese di provenienza.
4. Il maestro di sci straniero proveniente da un Paese dove la professione non è regolamentata, quindi non in possesso di un titolo professionale, ma che abbia esercitato la professione per almeno 2 anni negli ultimi 10 nel Paese di provenienza (dimostrazione dell’esercizio effettivo attraverso la compilazione di un elenco delle prestazioni con l’indicazione dei periodi e dei luoghi di esercizio) può esercitare la professione esclusivamente sotto la vigilanza di una scuola di sci autorizzata.
Documentazione da presentaredichiarazione preventiva contenente informazioni concernenti la propria abilitazione professionale, la prestazione che intende svolgere (luogo e durata), nonché l’assicurazione posseduta per la responsabilità civile verso i terzi derivante dallo svolgimento dell’attività, valida sul territorio nazionale. Tale dichiarazione ha validità per la stagione invernale per la quale viene resa e deve essere ripresentata se il maestro di sci intende nuovamente dichiarazione preventiva contenente informazioni concernenti la propria abilitazione professionale, la prestazione che intende svolgere (luogo e durata), nonché l’assicurazione posseduta per la responsabilità civile verso i terzi derivante dallo svolgimento dell’attività, valida sul territorio nazionale. Tale dichiarazione ha validità per la stagione invernale per la quale viene resa e deve essere ripresentata se il maestro di sci intende nuovamente esercitare temporaneamente la professione in Valle d’Aosta nella stagione successiva da presentare alla struttura regionale competente per poter effettuare l'esercizio temporaneo della professione di maestro di sci in Valle d'Aosta.
Documenti presenti nel fascicolo
Normativa di riferimentoart. 7bis della legge regionale 31 dicembre 1999, n. 44
DGR n. 2972, in data 30 ottobre 2010, successivamente modificata dalla DGR n. 2438 del 21 dicembre 2012
Termine presentazione della domandaIl maestro di sci straniero è tenuto a fornire alla Struttura regionale competente la sopracitata dichiarazione preventiva almeno 30 giorni prima dell'inizio della prestazione al fine dell'esercizio temporaneo della professione di maestro di sci in Valle d'Aosta
Tempo medio di erogazione del servizio (giorni solari)
Eventuale spesa prevista
Modalità informatiche di pagamento del servizio
Tempi per evadere la richiesta (giorni solari)
Reclami e ricorsi
NoteL’Associazione Valdostana Maestri di Sci (di seguito denominata AVMS) redige e aggiorna la lista dei titoli di formazione rilasciati dalle autorità competenti dei Paesi d’origine o da enti formatori riconosciuti dalle medesime autorità ritenuti validi per l’esercizio temporaneo della professione, ai fini dell’applicazione delle misure compensative e di sistemi di vigilanza necessari per garantire la salvaguardia e la sicurezza dei clienti, assicurandone la trasmissione alla struttura regionale competente in materia di maestri di sci presso l’Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti.
L’AVMS provvede all’applicazione delle misure compensative nei confronti dei maestri di sci di cui all’articolo 1, punto 2, lettera a), le quali consistono in:
a) prove tecniche: per le discipline: alpina, snowboard (attrezzatura soft o hard), nordica e telemark.
b) verifica delle conoscenze specifiche in materia di sicurezza in montagna e capacità di gestione delle fondamentali tecniche di assistenza e soccorso
c) verifica della conoscenza minima di almeno una delle lingue utilizzate nella regione (italiano e francese) necessaria per l’attivazione delle operazioni di soccorso.
Allegati
 Dove Rivolgersi
AssessoratoAssessorato beni culturali, turismo, sport e commercio
DipartimentoDipartimento turismo, sport e commercio (91.)
StrutturaEnti e professioni del turismo (91.1.)
UfficioUfficio Enti E Professioni Del Turismo (91.1.10)
IndirizzoLoc. Autoporto 32 11020 Pollein Aosta -
Telefono0165/527708 527626
Fax0165/527710
E-Mailprof-tur@regione.vda.it
PECturismo@pec.regione.vda.it
Referente procedimentoAdriana Montisci, Anna Maria Mantegari
DirigenteChenal Nadia
Titolare potere sostitutivo in caso di inerziaFerrazzin Paolo
Orario di apertura al pubblico09.00/14.00