Elenco servizi per categorie

 ACCESSO FORMALE ALLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA DEL CORPO FORESTALE DELLA VALLE D'AOSTA
Accesso formale alla documentazione amministrativa del Corpo Forestale della Valle d'Aosta, detenuta presso la sede centrale o presso le Stazioni Forestali laddove non risulti sufficiente la semplice consultazione o l'accesso informale rispetto a documenti non contenenti dati di terzi.
 Addizionale regionale all'Irpef
L'addizionale regionale all'IRPEF è determinata applicando l'aliquota fissata dallo Stato, ed eventualmente maggiorata dalla regione in cui il contribuente ha la residenza, al reddito complessivo determinato ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto degli oneri deducibili riconosciuti ai fini di tale imposta. L'addizionale regionale è dovuta se, per lo stesso anno, l'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto delle detrazioni per essa riconosciute e dei crediti, risulta dovuta. La regione cui è dovuto il tributo è quella in cui il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 31 dicembre dell'anno d'imposta. La Regione ha affidato all'Agenzia delle Entrate la gestione dell'imposta, sulla base di una convenzione.
 ALBO NOTIZIARIO DELLA REGIONE
L'Albo notiziario on line della Regione autonoma Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste, di seguito denominato Albo notiziario della Regione, è uno strumento per la trasparenza dell'azione amministrativa e la conoscibilità degli atti; l'Albo notiziario della Regione ha funzioni di mera pubblicità notizia di tutti gli atti in esso pubblicati, nel rispetto dei principi di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell'amministrazione digitale), e con l'eccezione degli atti sottratti alla pubblicazione dalla normativa vigente. L'Albo Notiziario della Regione è pubblicato esclusivamente in forma digitale ed accessibile sul sito internet http://www.regione.vda.it. Gli atti sono pubblicati nell'Albo notiziario della Regione per quindici giorni consecutivi affinché chiunque vi abbia interesse possa prenderne visione, salva diversa disposizione di legge.
 APPROVAZIONE NOMINA MINISTRI DI CULTO
L’Ufficio riceve le domande volte ad ottenere l’approvazione governativa della nomina dei Ministri di culti acattolici. L’approvazione è necessaria perché gli atti compiuti dal Ministro siano produttivi di effetti giuridici nell’ordinamento italiano. Si precisa che la mancata approvazione non pregiudica in alcun modo la possibilità per il Ministro di culto di esercitare liberamente l’attività pastorale sul territorio dello Stato in virtù dei poteri conferitigli dalla Chiesa di appartenenza. Il riconoscimento è concesso con Decreto del Ministro dell’Interno sentito il Presidente della Regione nell’esercizio delle funzioni prefettizie.
 ASSICURAZIONE PER DANNI DERIVANTI DA UN EVENTO PER IL QUALE SI PRESUPPONE UNA RESPONSABILITA' DELLA REGIONE
La Regione ha stipulato con la Compagnia UnipolSai Assicurazioni, per il periodo 31.01.2019-31.01.2023, una polizza assicurativa a copertura del rischio della responsabilità civile per tutte le attività e competenze attribuite all’Amministrazione regionale e per tutti i casi in cui possa essere reclamata, a qualsiasi titolo, una responsabilità della Regione. Il cittadino che subisce un danno, per il quale ritiene vi sia una responsabilità imputabile all’Amministrazione regionale, può presentare una richiesta di risarcimento danni in carta libera, da trasmettere all’Ufficio assicurazioni della Struttura Attività economali e assicurazioni L'Ufficio assicurazioni, ricevuta la richiesta in questione, provvede ad effettuare l’apertura della pratica assicurativa presso la Compagnia UnipolSai Assicurazioni per la gestione del sinistro, e contestualmente invia copia di detta lettera al richiedente per conoscenza. La Compagnia di assicurazione, dopo aver effettuato gli accertamenti di sua competenza sulla base degli obblighi contrattuali assunti, valuta se vi sono o meno gli estremi per accogliere la richiesta e liquidare il danno.
 ASSICURAZIONE PER DANNI SUBITI DAI CITTADINI IN UN INCIDENTE STRADALE CON UN VEICOLO DELLA REGIONE
La Regione ha stipulato con la Compagnia Amisssima Assicurazioni Spa, per il periodo 30.04.2020–30.04.2024, la polizza a copertura dei rischi della responsabilità civile del parco auto di proprietà, o in uso a qualsiasi titolo, dell’Amministrazione regionale, per il quale è obbligatoria l’assicurazione, in conformità con le disposizioni del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209. Il cittadino che, alla guida di un veicolo, incorre in un incidente stradale in cui sia stato coinvolto anche un veicolo di proprietà dell’Amministrazione regionale, è tenuto a denunciare il sinistro alla propria Compagnia di assicurazione, così come previsto all’art. 143 del D.Lgs 7 settembre 2005, n. 209, utilizzando il modulo di denuncia (“Modulo blu” di constatazione amichevole) approvato dall'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (IVASS). Si evidenzia inoltre che, dal 1° febbraio 2007, è entrata in vigore la convenzione per l'indennizzo diretto, ovvero la possibilità per i cittadini danneggiati di essere risarciti direttamente dal proprio assicuratore in caso di incidente con ragione (totale o parziale). Si fa presente che la procedura dell’indennizzo diretto non può essere utilizzata qualora l’incidente rientri in uno dei seguenti casi: - assenza di collisione materiale tra i due veicoli; - responsabilità imputabile ad un veicolo diverso da quelli entrati in collisione anche se non identificato; - sinistro non avvenuto in Italia; - sinistri con veicoli non assicurati per la responsabilità civile auto; - sinistri con lesioni alla persona del conducente superiori al 9% di Invalidità Permanente (lesioni gravi); - risultano coinvolti più di due veicoli a motore. Il cittadino, se l’incidente rientri nei casi sopra indicati, dovrà richiedere il risarcimento dei danni subiti all’assicuratore e/o proprietario del veicolo ritenuto responsabile del sinistro. Per maggiori informazioni sulle modalità e procedure per effettuare la denuncia dei sinistri e/o per richiedere il risarcimento dei danni subiti si consiglia di chiedere assistenza alla propria Compagnia di assicurazione.
 ASSICURAZIONE PER INFORTUNI SUBITI DAGLI ALUNNI DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D’AOSTA
L’Amministrazione regionale ha stipulato con la Compagnia Reale Mutua Assicurazioni, per il periodo 31.07.2021-31.07.2025, una polizza assicurativa a copertura degli infortuni che possano subire gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado della Regione Autonoma Valle d’Aosta nello svolgimento delle attività didattiche nonché di tutte quelle attività pertinenti all’educazione e alla formazione. La copertura assicurativa comprende, inoltre, il rischio in itinere, cioè gli infortuni che occorsi agli alunni durante il tempo necessario ad effettuare i seguenti trasferimenti: - tragitto dall’abitazione alla scuola e viceversa; - tragitto da casa/scuola ai luoghi in cui si svolgono le attività organizzate dall’Istituzione scolastica; - tragitto per recarsi presso il luogo in cui si svolge la refezione scolastica. La polizza assicurativa da diritto alle seguenti prestazioni: - indennizzo in caso d’invalidità permanente: capitale assicurato euro 110.000,00; - indennizzo in caso di morte: capitale assicurato euro 80.000,00; - rimborso spese mediche: limite di spesa fino ad un massimo di euro 15.000,00 pro-capite e per anno assicurativo, al netto della franchigia fissa di euro 50,00.
 ASSICURAZIONE PER INFORTUNI SUBITI DAL PERSONALE VOLONTARIO DEL CORPO VALDOSTANO DEI VIGILI DEL FUOCO
L’Amministrazione regionale ha stipulato con la Compagnia Reale Mutua Assicurazioni, per il periodo 31.07.2021-31.07.2025, una polizza assicurativa a copertura degli infortuni che possano subire il personale volontario del Corpo valdostano dei vigili del fuoco nello svolgimento delle attività previste ai sensi della legge regionale 10 novembre 2009, n. 37 e s.m. ed i. La copertura assicurativa comprende, inoltre, il rischio in itinere, cioè gli infortuni occorsi al personale volontario durante il tempo necessario al tragitto dall’abitazione alla sede di servizio e/o sede operativa di intervento e viceversa. La polizza assicurativa da diritto alle seguenti prestazioni: - indennizzo in caso d’invalidità permanente: capitale assicurato euro 300.000,00; - indennizzo in caso di morte: capitale assicurato euro 180.000,00; - rimborso spese mediche: limite di spesa fino ad un massimo di euro 15.000,00 pro-capite e per anno assicurativo, al netto della franchigia fissa di euro 50,00; - inabilità temporanea da infortunio: euro 50,00 giornalieri (con franchigia). Il personale volontario, in caso d’infortunio indennizzabile a termini di polizza, è tenuto a darne immediata comunicazione al Comando del Corpo valdostano dei vigili del fuoco, attenendosi alle modalità di denuncia previste presso i distaccamenti locali di appartenenza.
 AUTOTUTELA
La legge conferisce alle pubbliche amministrazioni il potere di annullare d’ufficio o di revocare gli atti illegittimi o infondati. Tale potere spetta all’ufficio che ha emanato l’atto.
 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE
Il Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Valle d'Aosta è lo strumento di legale conoscenza delle leggi e dei regolamenti regionali e di tutti gli atti in genere in esso pubblicati. Il Bollettino ufficiale è pubblicato esclusivamente in forma digitale. E' possibile visionare copia cartacea dei Bollettini Ufficiali, recandosi presso l'ufficio competente.
 BOLLO AUTO
La tassa automobilistica (tributo più comunemente denominato “bollo auto”) è dovuta dal proprietario in ragione del possesso del veicolo (o dall’utilizzatore nel caso dei veicoli in leasing o a noleggio a lungo termine). La tassa è dovuta periodicamente, di anno in anno, indipendentemente dall'utilizzo del veicolo su strade pubbliche.. Il pagamento è anticipato, ossia riferito (di norma) ai 12 mesi successivi. In un limitato numero di casi (ad esempio ciclomotori o minicar) la tassa è dovuta in ragione della circolazione su aree e strade pubbliche (“tassa di circolazione”).
 CESSIONE A COMUNI DI BENI IMMOBILI.
Tale tipologia di cessione è riservata ai comuni ed è disciplinata dalla l.r. 68/1994.
 CESSIONE BENI A TITOLO GRATUITO
Cessione di apparecchiature informatiche, ritenute obsolete per l'Amministrazione regionale
 COMPETIZIONI SPORTIVE SU STRADE ED AREE PUBBLICHE
Il Prefetto (in Valle d’Aosta il Presidente della Regione) dispone la sospensione temporanea della circolazione in occasione di competizioni sportive (gare podistiche, automobilistiche, ciclistiche, con animali o con veicoli a trazione animale, ecc), su strade statali e provinciali, su richiesta dell'Ente che rilascia l'autorizzazione all'effettuazione della gara. Per competizioni sportive su strada s'intendono le manifestazioni a carattere agonistico che comportano lo svolgimento di una gara intesa come la competizione tra due o più concorrenti o squadre impegnate a superarsi vicendevolmente ed in cui è prevista una classifica finale che ha luogo (previo apposita autorizzazione) nella sede stradale. Si ricorda che - ai sensi dell’art. 9 del N.C.d.S., approvato con D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, come modificato dall'art. 2 del D.Lgs. 15 gennaio 2002, n. 9 - la competenza al rilascio dell'autorizzazione per lo svolgimento delle competizioni sportive su strada ricade in capo a Comune: per competizione ricadente in un unico comune (la richiesta di autorizzazione va trasmessa al comune competente). Provincia: se la competizione interessa 2 o più comuni della stessa provincia (la richiesta di autorizzazione va trasmessa alla Provincia di competenza). In Valle d'Aosta non esiste il livello provinciale e le relative funzioni sono attribuite alla Regione. Regione: per competizione ricadente in 2 o più comuni di diverse province, la richiesta di autorizzazione va trasmessa alla Regione. In Valle d'Aosta, la Regione è competente in tutti i casi in cui la competizione interessi il territorio di più comuni, in quanto, come detto, non esiste la Provincia.
 CONTRIBUTI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DEGLI IDEALI DI LIBERTA', DEMOCRAZIA, PACE E INTEGRAZIONE TRA I POPOLI
La legge regionale n. 6/2012 prevede l’intervento della Regione attraverso: a) la realizzazione o patrocinio e sostegno di iniziative e attività educative, scientifiche, culturali e commemorative rivolte all'intera comunità valdostana, con particolare attenzione alle giovani generazioni, e finalizzate a mantenere e perpetuare la Memoria (ovvero il ricordo dei fatti che hanno fortemente caratterizzato la storia contemporanea italiana, quali l'avvento e la caduta della dittatura fascista, la Resistenza e la Liberazione, la deportazione e lo sterminio nei campi di concentramento nazisti, l'esodo giuliano-dalmata-istriano, il terrorismo e le stragi di matrice terroristica) b) l’erogazione di un contributo annuo, stabilito con la legge di bilancio, per il funzionamento dell'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d'Aosta (di competenza dell'Assessorato all'istruzione e cultura) c) la concessione di contributi annuali alle associazioni rappresentative degli ex-combattenti, partigiani, resistenti, deportati, ex-internati, mutilati ed invalidi di guerra operanti sul territorio regionale, anche quali organi periferici di associazioni nazionali il cui statuto preveda un'articolazione su base regionale, a sostegno della loro attività di promozione sociale, tutela degli associati e mantenimento della Memoria.
 CONTRIBUTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SUI PREMI RC AUTO
Sui premi delle assicurazioni per la responsabilità civile per i danni causati dalla circolazione dei veicoli a motore si applica per il funzionamento del Servizio Sanitario Nazionale un contributo in attuazione dell'articolo 334 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, il cui gettito è attribuito alla Regione.
 DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE E PROVVEDIMENTI DEI DIRIGENTI (COPIA/VISIONE)
Le deliberazioni della Giunta Regionale e i provvedimenti dei dirigenti, fatta salva la tutela della "privacy" sancita dal Regolamento europeo 679/2016, sono pubblicati all'Albo notiziario mediante il sito web della Regione per 15 giorni. Può esserne richiesta copia o visione presso la Struttura provvedimenti amministrativi, ad avvenuta pubblicazione dell'atto, secondo quanto disposto dalla L.R. n. 19/2007 e dal R.R. n. 2/2008. Le copie di atti di oltre 10 anni sono depositate presso l'archivio di deposito e le relative richieste devono essere inviate al Segretario generale della Regione - Ufficio archivio generale.
 DETENZIONE DI TROFEI E PREPARAZIONI TASSIDERMICHE
Procedura per la detenzione di preparazioni tassidermiche e di trofei delle specie di mammiferi ed uccelli
 IMPOSTA RC AUTO
L'Imposta sull' assicurazione obbligatoria contro la responsabilità civile veicoli (RC AUTO) è un tributo proprio derivato delle province in attuazione dell'articolo 60 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446. L'imposta sulle assicurazioni si applica alle polizze assicurative dei veicoli iscritti al PRA e delle macchine agricole che dalla carta di circolazione risultano intestate a soggetti residenti nella regione.
 INFORMAZIONI STATISTICHE
Rilascio di informazioni e dati statistici e assistenza alla consultazione di pubblicazioni ed alla ricerca di dati
 LOTTERIE, TOMBOLE, PESCHE DI BENEFICENZA
L'Ufficio riceve, per conto del Presidente della Regione nell'esercizio delle funzioni prefettizie, le comunicazioni relative alle manifestazioni di sorte locale (lotterie, tombole, pesche di beneficienza) e ne vieta lo svolgimento in caso di mancanza delle condizioni prescritte dalla legge.
 PARERI IN MATERIA DI POLIZIA MORTUARIA
I soggetti pubblici/privati che intendono intervenire nell'ambito dei cimiteri o nella relativa zona di rispetto, devono richiedere il parere preventivo all'apposita Commissione regionale in materia di polizia mortuaria.
 RATEIZZAZIONE DEI DEBITI TRIBUTARI ACCERTATI
Il contribuente può richiedere al dirigente della Struttura finanze e tributi l’autorizzazione al pagamento in forma rateale del debito tributario accertato se l’importo del debito tributario è pari o superiore a 270 euro La rateizzazione è concessa, in deroga al limite di € 270,00 sopraindicato, quando il richiedente versi in una situazione di difficoltà economica documentata da un I.S.E.E. in corso di validità non eccedente l’importo di € 15.000,00.
 RICHIESTA DI ACCESSO AGLI ATTI ARCHIVIO "CEMENTO ARMATO"
Possibilità di prendere visione e/o richiedere copia dei progetti depositati presso l'ex ufficio "cemento armato" ai sensi del D.P.R. 380/2001 e della L. 1086/1971
 RICONOSCIMENTO DEGLI ENTI DI CULTO CATTOLICO
L'ufficio riceve le domande di riconoscimento della personalità giuridica degli enti ecclesiastici (Parrocchie, Chiese, Seminari, Istituti religiosi, Società di vita apostolica, Associazioni pubbliche di fedeli, Fondazioni e Confraternite) aventi sede nella Regione Valle d'Aosta e cura l'istruttoria delle relative pratiche. Il riconoscimento è concesso con Decreto del Ministro dell'Interno previa acquisizione del parere del Presidente della Regione nell'esercizio delle funzioni prefettizie.
 RICONOSCIMENTO DEGLI ENTI DI CULTO NON CATTOLICO
L'Ufficio riceve le domande di riconoscimento della personalità giuridica degli enti di culto non cattolico aventi sede nella Regione Valle d'Aosta e cura l'istruttoria delle relative pratiche. Il riconoscimento è concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell'Interno e sentiti il Consiglio di Stato e il Consiglio dei Ministri. Per gli enti appartenenti a confessioni che hanno stipulato un'intesa con lo Stato italiano il riconoscimento avviene con Decreto del Ministro dell'Interno.
 RICONOSCIMENTO MUTAMENTO NEL FINE, DESTINAZIONE PATRIMONIO E MODO DI ESISTENZA DI ENTI DI CULTO ACATTOLICO RICONOSCIUTI
Il mutamento sostanziale di fine, di destinazione del patrimonio e del modo di esistenza di enti di culto acattolico riconosciuti acquista efficacia civile a seguito del riconoscimento con decreto del Presidente della Repubblica o del Ministro dell'Interno, sentito il Consiglio di Stato.
 RICONOSCIMENTO MUTAMENTO SOSTANZIALE NEL FINE, DESTINAZIONE DEI BENI E MODO DI ESISTENZA DI ENTI DI CULTO CATTOLICO
Il mutamento sostanziale di fine, di destinazione di beni e del modo di esistenza di enti ecclesiastici riconosciuti acquista efficacia civile a seguito del riconoscimento con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato.
 RICORSI GERARCHICI AVVERSO I PROVVEDIMENTI DEL QUESTORE
L'Ufficio cura l'istruttoria dei ricorsi gerarchici contro i provvedimenti del Questore di Aosta in materia di polizia amministrativa, la cui decisione è rimessa al Presidente della Regione nell'esercizio delle funzioni prefettizie. I ricorsi gerarchici sono un rimedio di carattere giustiziale ammissibile nei confronti degli atti amministrativi non definitivi e proponibile sia per motivi di legittimità che di merito. La proposizione del ricorso in sede gerarchica non esclude la possibilità di impugnazione dell'atto anche davanti al T.A.R.
 RILASCIO CERTIF. BUONA ESEC. SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA-STRUTTURA EDILIZIA SEDI ISTITUZIONALI E SISMICA
Rilascio ai liberi professionisti e/o studi professionali del certificato attestante le prestazioni professionali tecniche svolte per conto della Struttura Edilizia sedi istituzionali e sismica
 RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI O CONCESSIONI STRADALI.
Rilascio di autorizzazioni o concessioni stradali per opere da eseguire da parte di privati, enti, ditte, società, ecc. sulla proprietà stradale regionale e nelle fasce di rispetto all'interno e all'esterno dei centri abitati.
 TASSA DI CONCESSIONE PER L'ESERCIZIO DELLA PESCA
Informazioni relative ai documenti necessari per le licenze ed al versamento della tassa di concessione per l'esercizio della pesca possono essere reperite nel sito internet del Consorzio pesca Valle d'Aosta http://www.pescavda.it/homepage.asp?l=1
 TASSA DI CONCESSIONE PER L'ESERCIZIO VENATORIO
La Regione tutela il patrimonio faunistico e disciplina l'attività venatoria tenuto conto dei principi generali della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio), alle direttive comunitarie e alle convenzioni internazionali, nel rispetto degli equilibri naturali. Per il rilascio ed il rinnovo dell'abilitazione all'esercizio venatorio è dovuta la tassa di concessione regionale (L.R. del 27 agosto 1994 n. 64, art. 39). È istituito, quale organo direttivo per l'organizzazione venatoria, il Comitato regionale per la gestione venatoria. Il Comitato è nominato con deliberazione della Giunta regionale, preso atto delle designazioni, ed è rinnovato all'inizio di ogni legislatura regionale (L.R. del 27 agosto 1994 n. 64, art. 15).
 TASSA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO
La tassa regionale per il diritto allo studio universitario è stata istituita quale tributo proprio delle regioni e delle province autonome dall'art. 3 commi 20, 21, 22 e 23 della Legge 28 dicembre 1995, n. 549. Con legge regionale n. 25/2001 è stata istituita la suddetta tassa per gli iscritti agli atenei valdostani. Il gettito della tassa è interamente devoluto all'erogazione di borse di studio, di prestiti d'onore e di altri benefici previsti dalla normativa vigente.
 TRASFERIMENTI AGLI ENTI LOCALI PER REALIZZAZIONE DI INTERVENTI SU INFR. SPORTIVE DI INTERESSE REGIONALE
Compartecipazione economica da parte della Regione su interventi eccedenti la manutenzione ordinaria eseguiti da parte degli Enti Locali proprietari su infrastrutture sportive classificate di interesse regionale. (L.R. 16/2007)
 TRIBUTO SPECIALE PER IL DEPOSITO IN DISCARICA DEI RIFIUTI SOLIDI
Al fine di favorire la minore produzione di rifiuti e il recupero dagli stessi di materia prima e di energia, la legge 28 dicembre 1995, n. 549, all'articolo 3, commi da 24 a 41, ha istituito, a decorrere dal 1° gennaio 1996, il tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi. Il 20 per cento del gettito derivante dall'applicazione del tributo affluisce in appositi capitoli della parte spesa del bilancio della Regione, destinati al finanziamento di interventi di bonifica di aree inquinate.
 VERIFICHE SISMICHE AI SENSI DELLA L.R. 23/2012
ai sensi della L.R. 23/2012 l'ufficio sismico è preposto ad effettuare controlli sui progetti delle opere e a rilasciare i relativi pareri