Elenco servizi per categorie

 DEPOSITO OLI MINERALI USO COMMERCIALE
Per modificazioni, potenziamenti e nuove installazioni di depositi ad uso commerciale con capacità geometrica superiore ai 10 mc, è possibile rivolgersi presso l'ufficio Distributori carburanti e depositi oli minerali della struttura sviluppo energetico sostenibile
 IMPIANTI DISTRIBUZIONE CARBURANTI AD USO PRIVATO
Per modificazioni, potenziamenti e nuove installazioni degli impianti di distribuzione automatica di carburanti ad uso privato, è possibile rivolgersi presso l'ufficio distributori carburanti e depositi oli minerali della struttura sviluppo energetico sostenibile.
 IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI AD USO PUBBLICO
Per distributori autostradali e per i collaudi di tutti gli impianti rivolgersi all'Assessorato Sviluppo economico, Formazione e Lavoro Struttura sviluppo energetico sostenibile. Ufficio Distributori carburanti e depositi oli minerali. Per modificazioni e potenziamenti degli impianti stradali di distribuzione automatica di carburanti per autotrazione ad uso pubblico rivolgersi all'Amministrazione Comunale competente per territorio.
 NOMINE E DESIGNAZIONI DI COMPETENZA REGIONALE
Nomine e designazioni di rappresentanti della Regione presso società, enti, istituti, fondazioni ed associazioni, nonché in altri organismi pubblici e privati, in base a leggi, regolamenti, statuti e convenzioni. Entro il 30 settembre di ogni anno, per le cariche in scadenza nel successivo semestre gennaio/giugno, ed entro il 31 marzo per quelle in scadenza nel successivo semestre luglio/dicembre, viene pubblicato nel B.U.R. e sul sito web dell'Amministrazione regionale, sezione "nomine in scadenza", un avviso con l'indicazione delle cariche da ricoprire. L'albo delle nomine e designazioni è consultabile presso la Segreteria della Giunta regionale senza alcuna formalità. In ogni momento è possibile ritirare il fac-simile di proposta di candidatura e l'elenco delle cariche in scadenza presso i suddetti uffici
 NULLA OSTA AL LAVORO SUBORDINATO IN CASI PARTICOLARI
I datori di lavoro interessati ad instaurare in Italia un rapporto di lavoro non stagionale in casi particolari (vedasi l'articolo 27 del testo unico per l'immigrazione), con un lavoratore straniero extracomunitario residente all'estero, possono presentare allo Sportello Unico per l'Immigrazione territorialmente competente, tramite la procedura telematica indicata sul sito del Ministero dell'Interno (vedi nella sezione "Collegamenti"), domanda nominativa di nulla osta al lavoro subordinato in casi particolari, al di fuori delle quote d'ingresso annualmente stabilite con i decreti sui flussi adottati dal Governo. Ai sensi dell'articolo 30bis del D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394 e ss.mm, lo Sportello territorialmente competente è quello ove risiede il datore di lavoro, ovvero dove ha sede legale l'impresa, oppure quello della provincia ove avrà luogo la prestazione lavorativa. Altre informazioni: l'istanza è presentata mediante procedura telematica, secondo quanto indicato sul sito del Ministero dell'Interno. Per la presentazione dell'istanza telematica, l'interessato può rivolgersi presso gli enti convenzionati indicati nell'elenco allegato, o può compilare direttamente l'istanza secondo le istruzioni riportate sul sito del Ministero. E' richiesta una marca da bollo di Є 16,00.
 NULLA OSTA AL LAVORO SUBORDINATO NON STAGIONALE
I datori di lavoro interessati ad assumere a tempo indeterminato o anche determinato non stagionale un lavoratore straniero extracomunitario residente all'estero, possono presentare allo Sportello Unico per l'Immigrazione territorialmente competente, tramite la procedura telematica indicata sul sito del Ministero dell'Interno (vedi nella sezione "Collegamenti"), domanda di nulla osta al lavoro subordinato non stagionale, nell'ambito delle quote d'ingresso annualmente stabilite con i decreti sui flussi adottati dal Governo. La domanda può essere nominativa (in tal caso il datore di lavoro dovrà comunicare le generalità del lavoratore, nonché la sua residenza all'estero) o numerica (in tal caso deve comunicare il numero dei lavoratori che intende assumere). Ai sensi dell'articolo 30bis del D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394 e ss.mm, lo Sportello territorialmente competente è quello ove risiede il datore di lavoro, ovvero dove ha sede legale l'impresa, oppure quello della provincia ove avrà luogo la prestazione lavorativa. Altre informazioni: l'istanza è presentata mediante procedura telematica, secondo quanto indicato sul sito del Ministero dell'Interno. Per la presentazione dell'istanza telematica, l'interessato può rivolgersi presso gli enti convenzionati indicati nell'elenco allegato, o può compilare direttamente l'istanza secondo le istruzioni riportate sul sito del Ministero. E' richiesta una marca da bollo di euro 16,00.
 NULLA OSTA AL LAVORO SUBORDINATO STAGIONALE
I datori di lavoro interessati ad instaurare un rapporto di lavoro subordinato stagionale nei settori dell'agricoltura e del turismo con un lavoratore straniero extracomunitario residente all'estero, possono presentare allo Sportello Unico per l'Immigrazione territorialmente competente, tramite la procedura telematica indicata sul sito del Ministero dell'Interno (vedi nella sezione "Collegamenti"), domanda nominativa di nulla osta al lavoro subordinato stagionale, nell'ambito delle quote d'ingresso annualmente stabilite con i decreti sui flussi stagionali adottati dal Governo. Ai sensi dell'articolo 30bis del D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394 e ss.mm, lo Sportello territorialmente competente è quello ove risiede il datore di lavoro, ovvero dove ha sede legale l'impresa, oppure quello della provincia ove avrà luogo la prestazione lavorativa. Altre informazioni. L'istanza è presentata mediante procedura telematica, secondo quanto indicato sul sito del Ministero dell'Interno. Per la presentazione dell'istanza telematica, l'interessato può rivolgersi presso gli enti convenzionati indicati nell'elenco allegato, o può compilare direttamente l'istanza secondo le istruzioni riportate sul sito del Ministero. E' richiesta una marca da bollo di euro 16,00.
 PAGAMENTO CONTRIBUTI VOLONTARI
La Regione, per incrementare la protezione dei lavoratori durante i periodi di cessazione dell'attività lavorativa, interviene finanziariamente a sostegno dei versamenti contributivi volontari a favore dei soggetti che, nei tre anni antecedenti il raggiungimento dei requisiti pensionistici, si trovino in particolari situazioni di bisogno o difficoltà. L’intervento consiste nel versamento, per conto dei lavoratori prossimi al raggiungimento dei requisiti pensionistici che abbiano perso il lavoro e siano in possesso dei requisiti richiesti, dei contributi volontari autorizzati dall'INPS. La Società “IN.VA. S.p.A.” effettua per conto della Regione tale versamento, una volta che la domanda sia stata accettata. Le domande vanno presentate con la richiesta documentazione al Dipartimento politiche del lavoro e della formazione che, istruitele anche con verifiche presso Inps, le accoglie o respinge motivatamente; in caso positivo comunicando alla Società gli importi da versare all’Inps secondo modalità e tempistiche stabilite.
 PROGETTI DI INCLUSIONE ATTIVA
I Progetti di Inclusione Attiva (PIA) sono uno strumento transitorio per sostenere l’inserimento lavorativo e il riavvicinamento al mercato del lavoro ordinario delle persone gravemente a rischio di esclusione sociale e lavorativa attraverso progetti regionali promossi dalle Unités des Communes della Valle d’Aosta e il Comune di Aosta. I progetti PIA, ad alta intensità di lavoro, devono avere ad oggetto opere e servizi di utilità sociale che riguardino iniziative temporanee.Nel corso del 2022 potranno essere presentati Progetti di Inclusione Attiva sperimentali finalizzati al coinvolgimento di fasce di utenza tradizionalmente escluse da attività fisiche ad alta intensità lavorativa.
 RICHIESTA PRELIEVO CARBURANTI IN RECIPIENTI
Per il prelievo di carburanti in recipienti da parte di utenti in possesso di cingolati, attrezzature agricole, macchinari o veicoli non rifornibili presso i distributori di carburanti deve essere richiesta l'autorizzazione alla Struttura sviluppo energetico sostenibile.