• Homepage
  • PresseVDA
  • 04/13/2018 - 13:56 - Les Mots. Festival della parola in Valle d’Aosta - 17 giorni di libri, dibattiti, arte e musica nel centro di Aosta

04/13/2018 - 13:56 - Les Mots. Festival della parola in Valle d’Aosta - 17 giorni di libri, dibattiti, arte e musica nel centro di Aosta

Indietro

Dal 20 aprile al 6 maggio - Aosta, piazza Émile Chanoux


LES MOTS. Festival della parola in Valle d’Aosta si tiene ogni anno, dal 2010, nel centro storico di Aosta. Durante la manifestazione, la cultura invade piazza Chanoux, per regalare un valore aggiunto al suo fascino architettonico, storico e artistico.
La nona edizione sarà inaugurata dall’Assessore all’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, venerdì 20 aprile prossimo, alle ore 17, nella tensostruttura appositamente allestita per ospitare gli eventi e la grande libreria temporanea, a cura dei librai di Aosta, aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 23.

Ad aprire il festival, sarà Paolo Ruffini che, oltre a presentare il suo libro, dialogherà con il direttore artistico Arnaldo Colasanti, sul tema conduttore di questa edizione: la lungimiranza. La programmazione del pomeriggio continuerà con il primo appuntamento degli Assaggi Culturali con Giacomo Sado, per proseguire con l’intervista alla cantautrice valdostana Mikol Frachey. Seguirà l’incontro con gli sportivi Francesca Canepa e Xavier Chevrier e si concluderà con il concerto di Mikol Frachey.

Come sottolinea l’Assessore all’istruzione e cultura, mai come quest’anno, si è voluto puntare sullo sviluppo di discussioni e di riflessioni di ampio respiro che possano in qualche modo avere a che fare con il tema della lungimiranza. Mai come in questo momento, in cui i valori tradizionali sembrano essere entrati in crisi, la società ha necessità di riscoprire e di riconoscere esperienze virtuose nate dalla semplicità della quotidianità. Ce ne sono parecchie, solo che non fanno rumore. È dunque fondamentale parlarne, con lungimiranza, dato che questo valore morale altro non è che la strada maestra da seguire per un compiuto e forse nuovo sviluppo civile di una comunità.

Il Festival, che propone un ampio programma con quasi 100 eventi, prevede al mattino, appuntamenti per le scuole e attività per bambini e famiglie, nel pomeriggio gli incontri con gli autori e con le associazioni del territorio. A seguire, gli autori locali, abbinati alla degustazione dei vini delle aziende del territorio negli Assaggi culturali, condotti da Patrick Mittiga e organizzati in collaborazione con la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales, il Sistema Bibliotecario regionale e Vival – l’Associazione Viticoltori Valle d'Aosta. In serata il programma prevede concerti musicali, letture e spettacoli teatrali.

Numerosi incontri saranno animati dagli interventi musicali curati dalla Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale che ha coinvolto la SFOM, la scuola SUZUKI, l’Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta, il Liceo musicale di Aosta e artisti di fama nazionale. Le dolci melodie di Carlo Benvenuto al pianoforte allieteranno i visitatori della libreria.

Dans cette édition 2018 aura lieu à Les Mots la remise des prix de la XXIVe édition du Prix littéraire René Willien, concours organisé par la Présidence de la Région, qui récompense chaque année les éditeurs et les auteurs qui se sont distingués par la publication d'ouvrages relatifs à la Vallée d'Aoste et présentant un intérêt historique, culturel, social, géographique, ethnographique et scientifique, dont une partie du texte, au moins, est rédigée en français ou en francoprovençal.

La collaboration avec l’Alliance française se renforce ultérieurement avec la présentation de deux livres par leurs auteurs, Vert cru de Touhfat Mouhtare et Le pont de neige de Denis Ducroz.

In questa edizione si è ulteriormente rinforzata anche la collaborazione con l’Università della Valle d’Aosta che sarà presente a Les Mots nella mattinata del 22 aprile con gli interventi dei professori Carlo Maria Bajetta e Dario Elia Tosi, nel pomeriggio del 5 maggio con il colloquio sul dialogo interreligioso in Europa del professore Baudouin Decharneux de l’Université libre de Bruxelles Faculté de Philosophie et Science sociale.

Si rinsalda anche la collaborazione con l’Osservatorio astronomico della Regione autonoma Valle d’Aosta che propone a Les mots due appuntamenti dedicati alla scienza, uno di Roberto Defez, ricercatore all’istituto di Bioscienze e Biorisorse del CNR, con il suo libro Ricerca. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l’Italia; l’altro del professor Paolo Calcidese che, con il suo Gateway to the sky- Un viaggio per immagini nel Cosmo, porta il cielo di Saint-Barthélemy in un libro di astrofotografia.

Protagonisti di Les Mots, saranno intellettuali di chiara fama come Marc Augé, Alessandro Barbero, Luciano Canfora, Gianni Canova, e protagonisti della cultura e dello spettacolo come Pippo Baudo, Francesco Gabbani e Paola Turci.

Tra le novità di questa edizione del Festival c’è il contest fotografico su Instagram, con l’hashtag #LesMots2018, che prenderà il via venerdì 20 aprile con l’inaugurazione della manifestazione e si concluderà venerdì 4 maggio, mentre il giorno seguente, sabato 5 maggio, si terrà la premiazione. Regolamento per la partecipazione sui siti regione.vda.it e AostaSera.it.

Il Festival è stato realizzato anche grazie alla collaborazione di: Comune di Aosta, Académie Saint Anselme, A.N.P.I., Associazione AGApe-Genitori adottivi Valle d’Aosta, Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma, Associazione Italiana Giovani UNESCO, Associazione Valdostana Autismo, Centro donne contro la violenza, Circolo del Cardo, DORA, Duchenne Parent Project, École et Conservatoire de Danse Ellada Mex, Emergency, Film Commission Vallée d’Aoste, Istituto Musicale pareggiato Valle d’Aosta, Institut d’histoire de la Résistance et de la société contemporaine en Vallée d’Aoste, mixidées, Nati per leggere Valle d’Aosta, VIOLA.

Il programma dettagliato delle iniziative è disponibile sul sito internet regione.vda.it.


0324

rn


Fonte: Assessorato dell’Istruzione e cultura – Ufficio stampa Regione autonoma Valle d’Aosta



Indietro