• Homepage
  • PresseVDA
  • 07/09/2018 - 18:29 - Approvato dalla Giunta regionale il potenziamento dei servizi di presa in carico rivolta ai beneficiari della misura del Reddito di Inclusione (ReI) per la Valle d’Aosta. Prevista l’assunzione di 8 unità di persone a tempo determinato

07/09/2018 - 18:29 - Approvato dalla Giunta regionale il potenziamento dei servizi di presa in carico rivolta ai beneficiari della misura del Reddito di Inclusione (ReI) per la Valle d’Aosta. Prevista l’assunzione di 8 unità di persone a tempo determinato

Indietro

Oggi, lunedì 9 luglio 2018, la Giunta regionale, su proposta dell’Assessora alla Sanità, Salute, Politiche sociali e Formazione, Chantal Certan, e di concerto con il Presidente della Regione, Nicoletta Spelgatti e l’Assessore alle Finanze, Attività produttive, Artigianato e Politiche del lavoro, Stefano Aggravi, ha approvato l’assunzione a tempo determinato di 8 unità di personale, indicativamente dal 1° settembre 2018 e fino al 31 dicembre 2019 nell’ambito del progetto regionale che si inserisce nel Piano Operativo Nazionale (PON) per l’Inclusione attiva.

Il progetto prevede, come prima azione e con un primo impegno di spesa pari a 508 mila euro, il potenziamento dei servizi di presa in carico rivolta ai beneficiari della misura del Reddito di Inclusione (ReI) per la Valle d’Aosta, tramite l’avviamento degli iscritti alle liste dei centri per l’impiego.

Saranno infatti assegnati due operatori amministrativi presso il Centro per l’impiego di Aosta per lo svolgimento di attività di accoglienza e orientamento in merito al ReI: invio agli sportelli sociali territoriali per la presentazione della domanda di accesso, raccolta dati per l’analisi e la valutazione multidimensionale della situazione del nucleo familiare in relazione alle condizioni di lavoro, collaborazione nella predisposizione e monitoraggio dei patti di inclusione personalizzati per gli impegni relativi all’ambito lavorativo, anche attraverso l’utilizzo di programmi specifici (Sistema informativo lavoro Valle d’Aosta SIL-VDA, portale nazionale ANPAL, portale regionale Lavoro x te) e attività correlate all’applicazione del D. Lgs. 150/2015.
Saranno inoltre individuati tre operatori amministrativi che svolgeranno attività negli uffici della Struttura Politiche sociali e giovanili per la gestione amministrativa e finanziaria delle differenti azioni del progetto: nello specifico, l’accoglimento delle domande di accesso al ReI, l’istruttoria tecnica sul possesso dei requisiti, la raccolta dati per l’analisi e la valutazione multidimensionale della situazione del nucleo familiare, il raccordo con i soggetti del territorio coinvolti nell’attuazione del ReI (organizzazione e convocazione incontri, prenotazione sale, predisposizione materiale), la compilazione di report, documenti e atti, compilazione cartacea ed elettronica di cartelle/fascicoli, anche attraverso l’utilizzo di programmi specifici, cura dei flussi comunicativi tra uffici centrali e sedi di sportello sociale e di servizio sociale territoriale.
Infine, tre animatori territoriali presteranno servizio negli uffici della Struttura Famiglia e assistenza economica, e contestualmente saranno attivi sul territorio per accompagnare e sostenere le famiglie più in difficoltà nella realizzazione delle azioni previste nel progetto personalizzato di attivazione e inclusione sociale e lavorativa di cui all’art. 2, comma 2 del D. Lgs. 147/2017. Sarà loro compito inoltre mantenere contatti regolari con i membri della famiglia e con l’assistente sociale di riferimento, accompagnare la famiglia presso uffici per l’espletamento di commissioni quotidiane o di pratiche amministrative, prevedere colloqui di monitoraggio e verifica, mantenere contatti con il territorio per proporre e organizzare eventuali inserimenti lavorativi, registrare gli interventi e collaborazione con i servizi coinvolti nella presa in carico della famiglia.

Il progetto complessivo a valere sull’avviso 3/2016, finanziato nell’ambito del Piano Operativo Nazionale (PON) per sostenere e accompagnare l’introduzione della misura SIA di cui al Decreto Interministeriale n. 166/2016, prevede per la Valle d’Aosta un valore complessivo di euro 1.227.496,00 per il triennio 2017/2019 e si propone di potenziare i servizi coinvolti nell’attuazione del SIA, ora ReI (sportelli sociali, servizi sociali territoriali, centri per l’impiego, uffici centrali delle Strutture Politiche sociali e giovanili e Famiglia e assistenza economica) attraverso l’acquisizione di personale da dedicare ai progetti di presa in carico (2 assistenti sociali, 8 operatori amministrativi, di cui 2 per centro per l’impiego) e la formazione congiunta tra tutti gli operatori coinvolti.
Intende inoltre proporre ulteriori opportunità di sostegno e accompagnamento per le famiglie (oltre al contributo economico del SIA/ReI) quali progetti di contrasto alla povertà educativa rivolti a minori; realizzazione di inserimenti lavorativi o similari, attraverso due animatori che promuovano collaborazioni e attivazioni da parte dei soggetti del territorio.
Ed infine ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e l’accesso alle misure di sostegno, in particolare quelle del SIA/ReI, attraverso campagne di informazione e attività di sensibilizzazione sul tema della povertà e marginalità sociale.

Il potenziamento dei servizi coinvolti e i nuovi progetti avranno l’obiettivo di favorire la presa in carico di tutte le famiglie valdostane in difficoltà, con particolare attenzione a quelle beneficiarie del SIA/ReI, ma non esclusivamente, e renderanno più proficua la collaborazione tra gli uffici e più ampia l’offerta di sostegno.


0563
mg
Fonte: Assessorato della Sanità, salute e politiche sociali e formazione – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste



Indietro