• Homepage
  • PresseVDA
  • 03/12/2018 - 13:48 - I principali provvedimenti della Giunta regionale

03/12/2018 - 13:48 - I principali provvedimenti della Giunta regionale

Indietro

PRESIDENZA DELLA REGIONE
La Giunta regionale, di concerto tra la Presidenza della Regione e l’Assessorato dell’Istruzione e cultura, ha approvato l’adesione della Regione autonoma Valle d’Aosta al protocollo d’intesa tra Istat, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano per lo sviluppo del sistema informativo integrato su istituti e luoghi della cultura, approvato dalla Conferenza Stato Regioni il 6 dicembre 2017. Le attività previste dal protocollo consentiranno un’adeguata rappresentazione delle dimensioni e caratteristiche del Sistema museale regionale e del sistema delle biblioteche valdostane, garantendone una comparabilità a livello nazionale e internazionale, oltre all’acquisizione e allo scambio di dati relativi a istituti e luoghi della cultura sulla base di definizioni, metodologie e procedure comuni e condivise, utili a supportare la programmazione delle politiche culturali regionali.


Ai sensi della L.r. 11/1997 e a seguito della rinuncia alla carica conferita con deliberazione 249/2018, la Giunta regionale ha nominato Marco Saivetto quale Presidente del collegio sindacale della società S.I.T. VALLÉE soc. cons arl per tre esercizi sociali.


AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI
La Giunta regionale, di concerto tra l’Assessorato dell’Agricoltura e risorse naturali e la Presidenza della Regione, ha approvato l’avvio del procedimento legislativo al fine di adottare un marchio di qualità agroalimentare per i prodotti valdostani, con indicazione di origine, riconosciuto a livello europeo per la valorizzazione e la crescita delle produzioni agricole locali. È stata inoltre deliberata l’istituzione di una cabina di regia coordinata dal dirigente della Struttura produzioni vegetali, sistemi di qualità e servizi fitosanitari, affiancato dal dirigente della Struttura promozione della qualità, supporto alle imprese e semplificazione delle procedure, per l’elaborazione di un disegno di legge, coinvolgendo nell’iter di preparazione tutti i portatori di interesse sul tema, tenuto conto delle disposizioni statali e comunitarie che disciplinano la materia.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA, POLITICHE DEL LAVORO E AMBIENTE
La Giunta regionale ha approvato il nuovo dispositivo di accreditamento delle sedi formative, comprensivo del documento recante Standard minimi di competenza necessari ai fini dell’assolvimento del requisito R11, revocando le deliberazioni 2955/2009 e 324/2016.
In particolare, la pluriennale esperienza applicativa ha evidenziato l’opportunità di apportare modificazioni relativamente ai seguenti aspetti:
- l’introduzione di uno specifico dispositivo, in forma semplificata, per la realizzazione di attività formative non finanziate dalla P.A. ma per le quali il soggetto erogatore intenda richiedere il riconoscimento pubblico ai fini del rilascio di attestazioni valide per l’acceso ad esami abilitanti, di qualifica professionale o ad altra forma di certificazione pubblica in esita alla stesso;
- l’eliminazione del meccanismo di riconoscimento automatico dei requisiti per l’accreditamento per gli enti formativi già accreditati presso altre Regioni, considerata la ancor notevole disomogeneità dei sistemi di accreditamento presenti nelle diverse realtà territoriali;
- una diversa definizione delle macrotipologie di attività, volta ad una loro razionalizzazione, anche in virtù dell’introduzione delle disposizioni relative all’accreditamento per le attività formative in regime di IeFP;
- l’accorpamento delle disposizioni relative all’accreditamento per la realizzazione di percorsi di IeFP, approvate con D.G.R. 324/2016, al fine di disporre di un corpus di disposizioni unitario e coordinato;
- la semplificazione di alcuni passaggi procedurali nell’ambito del procedimento di accreditamento;
- l’introduzione di modalità di adempimento per il mantenimento dei requisiti maggiormente orientate alla qualità dei servizi;
- la parziale revisione del contenuto di alcuni requisiti, con l’obiettivo di definire standard minimi in linea con le evoluzioni che hanno interessato, in questi ultimi anni, il sistema di formazione professionale.


L’Esecutivo ha deciso di sottoporre al Consiglio regionale il disegno di legge concernente le Disposizioni per lo sviluppo della mobilità sostenibile sul territorio. Il disegno di legge si propone di istituire un complesso organico di misure integrate per l’incentivazione dello sviluppo della mobilità sostenibile sul territorio, in sostituzione della generica disciplina contenuta nell’articolo 60 della legge regionale 25 maggio 2015, n. 13 (Legge europea regionale 2015), e di quella, a termine, contenuta nella legge regionale 26 maggio 2009, n. 11 (Incentivi regionali, per l’anno 2009, per il rinnovo tecnologico del parco auto e moto circolante in Valle d’Aosta). Inoltre, si inquadra nell’ambito delle iniziative volte alla riduzione dei consumi di carburanti convenzionali e quindi al mantenimento della qualità dell’aria, prevedendo incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in, per la realizzazione di stazioni di ricarica domestiche, per la trasformazione di veicoli a motore endotermico in elettrico e per il rinnovo del parco veicoli di proprietà di soggetti istituzionali pubblici.


La Governo ha approvato il Protocollo d’intesa tra la Regione Valle d’Aosta, il Ministero dello Sviluppo Economico e le altre Regioni partecipanti per l’attuazione del Piano Multiregionale di aiuti alla ricerca e sviluppo del Programma Mirror GovSatCom, finanziato nell’ambito del Piano operativo imprese e competitività FSC 2014/2020, volto a sostenere la realizzazione del sistema satellitare per telecomunicazioni istituzionali Ital-GovSatCom.

BILANCIO, FINANZE, PATRIMONIO E SOCIETA’ PARTECIPATE
La Giunta regionale, di concerto tra l’Assessorato del Bilancio, finanze, patrimonio e società partecipate, la Presidenza della Regione, l’Assessorato delle Opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica e l’Assessorato delle Attività produttive, energia e politiche del lavoro, ha approvato il Progetto integrato Efficientamento energetico edifici pubblici –ex-casa Littoria in Aosta nell’ambito del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR), e il relativo finanziamento per 2 milioni 794 mila 672,04 euro.


ISTRUZIONE E CULTURA
La Giunta regionale ha deciso di realizzare un monitoraggio dei percorsi di istruzione e formazione professionale e di alternanza Scuola-Lavoro avviati nelle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di secondo grado in Valle d’Aosta, attraverso l’ausilio di un sistema di indicatori puntuali che consentano una raccolta efficace di dati, permettendo già dal prossimo anno scolastico, non solo di seguire longitudinalmente lo sviluppo dell’alternanza in tutte le istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di secondo grado della Regione, ma anche di supportare gli operatori in una rilevazione qualitativa del sistema.


L’Esecutivo ha approvato la modalità di rimborso alle famiglie, a titolo di concorso, nella spesa per la fruizione del servizio mensa da parte degli studenti residente in Valle d’Aosta e frequentanti scuole secondarie di secondo grado dipendenti alla Regioni coinvolte nella alternanza Scuola-Lavoro, a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018 a e sino a nuova determinazione, per un importo complessivo di 68 mila euro.

SANITA’ SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta regionale ha approvato le direttive all’AUSL per l’istituzione della rete di servizi per il trattamento e l’assistenza delle persone affette da disturbi cognitivi e/o demenza e dei requisiti minimi per l’autorizzazione all’esercizio di attività socio-sanitarie nei nuclei residenziali e semiresidenziali per il trattamento delle persone affette da demenza, e le relative tariffe. Il provvedimento allinea la Regione Valle d’Aosta al Piano nazionale demenze e a quanto approvato nei nuovi LEA nazionali, dando mandato all’Azienda di provvedere al recepimento del nuovo percorso di presa in carico delle persone affette da disturbi cognitivi e/o demenza (di cui la malattia di Alzheimer rappresenta circa il 60% di casi), nell'ambito della rete di servizi per il trattamento e l'assistenza adeguando i percorsi diagnostico-terapeutici e i trattamenti assistenziali alle disposizioni vigenti.

Il Governo ha approvato le condizioni di erogabilità delle prestazioni di assistenza odontoiatrica e protesica garantite dal Servizio sanitario regionale (SSR), l’elenco delle prestazioni di assistenza protesica garantite per ciascuna classe di beneficiari e le direttive all’Azienda U.S.L. della Valle d’Aosta relative alle modalità di accesso all’assistenza odontoiatrica in Valle d’Aosta.

La Giunta regionale ha approvato il bando denominato Storie di perdite e di riconquiste per l’individuazione di una compagnia teatrale che proponga nelle scuole valdostane laboratori educativo-espressivi sul tema del lutto e della perdita. Il progetto prevede un impegno complessivo di 4 mila 590 euro, di cui 3 mila 672 del Fondo per le politiche giovanili e 918 euro quale quota di cofinanziamento.


OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA REDIDENZIALE PUBBLICA
L’Esecutivo ha espresso una valutazione positiva sulla compatibilità ambientale della variante sostanziale generale, adottata dal Comune di Perloz, nel suo testo definitivo, con deliberazione n. 22 del 28 settembre 2017, approvando le modificazioni da sottoporre al parere del Comune per l’introduzione delle medesime nella variante sostanziale generale al Piano Regolatore Generale (PRG) vigente.



0213
mg

Fonte: Presidenza della Regione – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste



Indietro