• Homepage
  • PresseVDA
  • 09/26/2013 - 9:49 - 10 novembre 2013: si vota a Gaby per eleggere il Sindaco, il vice Sindaco e il Consiglio comunale

09/26/2013 - 9:49 - 10 novembre 2013: si vota a Gaby per eleggere il Sindaco, il vice Sindaco e il Consiglio comunale

Indietro

Domenica 10 novembre 2013 i cittadini di Gaby saranno chiamati a eleggere il Sindaco, il vice Sindaco e il Consiglio comunale.

Voto dei cittadini comunitari.
I cittadini comunitari possono essere iscritti in apposite liste elettorali aggiunte e partecipare all'elezione diretta del Sindaco, del Vice Sindaco e del Consiglio comunale.
Detti cittadini dell'Unione possono presentare la domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte entro martedý 1░ ottobre 2013.

Voto domiciliare per elettori affetti da infermitÓ che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione.
Possono essere ammessi al voto domiciliare, oltre agli elettori in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, anche gli elettori impossibilitati, per gravissime infermitÓ, ad utilizzare i servizi di trasporto pubblico organizzati dai comuni per facilitare gli elettori disabili.
Le disposizioni sul voto domiciliare si applicano solo nel caso in cui il richiedente dimori nell’ambito del comune per cui Ŕ elettore.
L’interessato deve far pervenire al Sindaco un’espressa dichiarazione attestante la propria volontÓ di esprimere il voto domiciliare, corredata della prescritta documentazione sanitaria, tra martedý 1 ottobre e lunedý 21 ottobre 2013.

Divieto di comunicazione politica per le pubbliche amministrazioni.
Da giovedý 26 settembre 2013 e fino alla chiusura delle operazioni di voto, Ŕ fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attivitÓ di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni.

Uso di locali comunali
Dal giorno di indizione dei comizi elettorali, i Comuni, sono tenuti a mettere a disposizione dei partiti, dei movimenti, dei gruppi e dei candidati presenti nella competizione elettorale, in misura eguale fra loro, i locali di proprietÓ comunale giÓ predisposti per conferenze e dibattiti, in base a proprie norme regolamentari, senza oneri per i Comuni stessi.

Delimitazione ed assegnazione di spazi per le affissioni di propaganda elettorale
Da martedý 8 ottobre a giovedý 10 ottobre 2013, la Giunta comunale deve stabilire gli speciali spazi destinati alle affissioni di propaganda elettorale di coloro che partecipano alla competizione elettorale con liste di candidati (propaganda elettorale diretta) e, entro lo stesso termine, la Giunta comunale provvede a stabilire e delimitare gli speciali spazi destinati alle affissioni di propaganda di coloro che non partecipano direttamente alla competizione elettorale (propaganda elettorale indiretta). Per tale tipologia di propaganda, gli spazi saranno ripartiti tra i fiancheggiatori delle varie liste, purchÚ abbiano fatto pervenire apposita domanda entro lunedý 7 ottobre 2013.

Inizio della propaganda elettorale: divieto di alcune forme di propaganda
Da venerdý 11 ottobre 2013, la propaganda elettorale pu˛ essere effettuata solo negli appositi spazi messi a disposizione dai Comuni. Si rammenta, inoltre, che sono vietati il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico, la propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti e la propaganda luminosa mobile. Dal medesimo giorno, possono invece tenersi riunioni elettorali senza l’obbligo di preavviso al Questore.

Concomitanza delle manifestazioni di propaganda elettorale con la ricorrenza del 1░ novembre 2013
Le manifestazioni indette per la ricorrenza di Ognissanti del 1░ novembre, ricadenti nel periodo di svolgimento della campagna elettorale, non costituiscono forma di propaganda elettorale, purchÚ attinenti esclusivamente alla ricorrenza medesima.

Diffusione di sondaggi demoscopici e rilevazioni di voto da parte di istituti demoscopici
Da sabato 26 ottobre 2013 sino alla chiusura delle operazioni di voto, Ŕ vietato, rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto.

Inizio del divieto di propaganda
Da sabato 9 novembre 2013 e fino alla chiusura delle operazioni di voto, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico e le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti. Inoltre, nei giorni destinati alla votazione, Ŕ vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di metri 200 dall’ingresso delle sezioni elettorali.

0727
rn
Fonte: Presidenza della Regione – Ufficio Stampa Regione autonoma Valle d’Aosta



Indietro