Nota Informativa sulle condizioni nivometeorologiche n° 5 del 11/17/2014 ore 04:15




La depressione nord-atlantica, che oggi continua a favorire condizioni perturbate, nel week-end ha portato 20-50 cm di neve fresca al di sopra dei 2000 m nel settore sud-orientale della Valle, con il picco nella testata della valle del Lys. Lungo la dorsale di confine con la Svizzera si contano 20-40 cm al di sopra dei 2000 m e 20-30 cm altrove. La quota della nevicata si è attestata sui 1800 m, in calo a 1600-1400 m all'esaurimento dei fenomeni.

La neve si è mantenuta polverosa e leggera al di sopra dei 2300 m circa, grazie all'attività eolica nulla, al più moderata dai quadranti meridionali e occidentali in bassa valle: mentre, al di sotto dei 2200 m circa, la neve è piuttosto umida, e crostosa nelle zone meno interessate dalla nevicata.
Sotto i 2300 m circa la neve fresca poggia su neve umida o sottili croste, mentre oltre tali quote su neve asciutta.

Quantitativi di neve al suolo:
a quota 1800-2000 m su gran parte del territorio 20-50 cm e 30-100 cm nei settori sud orientali;
a quota 2300-2500 m 130-170 cm nelle valli di Gressoney, Champorcher e Valtournenche; 60-120 cm nelle valli del G.Paradiso, zona centrale della Regione e G.S.Bernardo e, 50-100 cm sui settori nord occidentali del territorio.

Attività valanghiva:
sono state segnalate poche valanghe spontanee a debole coesione di piccole dimensioni.
Al momento è in corso una debolissima nevicata nei settori al confine con il Piemonte, con quantitativi inferiori ai 10 cm e limite della nevicata sui 1200-1400 m circa.

Da questa notte un anticiclone favorirà il ritorno a condizioni più stabili e soleggiate per tutta la settimana, che nella giornata di domani potranno favorire una ripresa dell'attività valanghiva spontanea, specialmente sui versanti più soleggiati.

La prossima nota informativa sarà emessa in funzione dell'evoluzione nivometeorologica.
L'Ufficio Neve e Valanghe