<< Precedente
 

Previsione pericolo valanghe per
martedì 01/16/2018


PERICOLO VALANGHE   Vento molto forte e nuove precipitazioni - pericolo valanghe in aumento
Martedì 01/16/2018
Il grado di pericolo valanghe è pari a 3-marcato nella Valle di Rhêmes e nel settore D a causa della precipitazione in corso accompagnata da venti molto forti da WNW, 2-moderato in rialzo a 3-marcato sul resto del territorio a causa del vento che, con la sua azione, forma nuovi accumuli importanti.
Problemi valanghivi: neve fresca e neve ventata.
Sopra i 3000-3500 m creste e dorsali erose a causa dei venti molto forti, mentre alle quote medie (tra i 2000 e i 3000 m) la neve a debole coesione presente è molta e facilmente trasportabile - in via di formazione diffusi accumuli, anche grandi.
Distacchi provocati:
- sopra il limite del bosco, il passaggio di un solo sciatore/escursionista, può staccare lastroni superficiali, anche di medie dimensioni, sui pendii ripidi, a tutte le esposizioni (visti i venti molto forti) - in particolare sui cambi di pendenza, entrata di canali, ma anche nei pendii aperti.
Attenzione - nelle zone più interessate dalla nevicata uno strato di brina superficiale è inglobato e costituisce un potenziale piano di scivolamento della neve fresca (tranne alle esposizioni S).

Distacchi spontanei: nel corso della giornata ripresa dell'attività valanghiva spontanea, soprattutto nei settori più colpiti dalla precipitazione con
- scaricamenti di neve a debole coesione dai pendii molto ripidi;
- valanghe a lastroni, in alcuni casi di medie dimensioni, che staccandosi da quote elevate potrebbero in singoli casi raggiungere le quote di fondovalle, percorrendo molta strada. Purtroppo i canali valanghivi sono già parzialmente ostruiti, pertanto una nuova valanga potrebbe uscire dai margini abituali;
- sotto i 2200-2000 m valanghe, anche di fondo, di neve umida/bagnata, che in alcuni casi potrebbero interessare la viabilità del fondovalle.

Tendenza del pericolo valanghe: in aumento su tutta la regione per precipitazioni moderate e vento forte.
LEGENDA Quota ed esposizione dei pendii critici Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
Scala di pericolo
5
MOLTO FORTE
4
FORTE
3
MARCATO
2
MODERATO
1
DEBOLE

CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 01/15/2018
 
Innevamento
Innevamento molto buono su tutta la regione sopra i 2000 m. Scarso/assente sotto i 1300-1500 m.
Assestamento a 2000 m: da sabato il manto nevoso ha perso in media 5-10 cm di spessore.

Stabilità del manto nevoso
La stabilità è buona, soprattutto grazie al notevole peso stesso della neve e al calo delle temperature (temperatura media a 2000 m di quota alle h 7.00 da -8° a -10°C).
Eventuali valanghe provocate difficilmente possono coinvolgere tutto il pendio.
L'attività valanghiva si è molto ridotta e limitata a scaricamenti da pareti rocciose e dai pendii estremamente ripidi.
I pendii più freddi (esposizioni da E, passando da N, fino a W) che non sono stati interessati dai venti della scorsa settimana, hanno uno strato di brina superficiale spesso anche 4 cm. .

Sciabilità: buona
Nei pendii ripidi da sud a ovest fino a 2400 m c'è una crosta da rigelo, anche portante, che diventa molle nel corso della giornata.
A nord la neve è rimasta farinosa: circa 10-20 cm su fondo duro.
Nelle zone più ventate la neve è un po' più gessosa e si alterna, in poco spazio, a strati ventati anche duri e portanti.
Con gli sci si sprofonda da 10 a 20 cm; a piedi fino al ginocchio/caviglia.
Meteo in Valle
Bollettino neve e valanghe n° 46 emesso il 01/15/2018 ore 00:00
Bollettino neve e valanghe: 0165 / 776300
Bollettino Meteo: 0165 / 272333
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA