Nota Informativa sulle condizioni nivometeorologiche n° 3 del 11/07/2018 ore 03:45

<< Precedente



Quantitativi di neve al suolo ad oggi oltre i 2500 m di quota:
100-160 cm nella Valle del Lys e in alta Valtournenche (circa 2 metri a 3000 m);
70-110 cm nel resto della Regione.
Sotto i 2500 m le temperature elevate hanno umidificato il manto nevoso accumulatosi nei giorni scorsi diminuendone parecchio lo spessore.

Neve fresca delle ultime 24 ore
Alla quota media di 2500 m, si registrano 20-30 cm di neve fresca, soprattutto nelle testate delle valli al confine con il Piemonte e lungo la dorsale di confine con la Svizzera, punte di 50 cm in alta Valtournenche.
Il limite pioggia neve si è alzato fino a 2000-2100 m e la neve è bagnata fino a 2400-2600 m, umida fino a 2800-3100 m, mentre è asciutta e polverosa oltre tali quote. Durante quest'ultima nevicata l'attività eolica è stata moderata dai quadranti meridionali oltre i 2800-3000 m.

Attività valanghiva e criticità
Problemi tipici valanghivi: neve bagnata sotto i 2400-2600 m, neve ventata oltre i 2800-3000 m.
Nei giorni immediatamente successivi alle abbondanti precipitazioni della scorsa settimana si sono verificate numerose valanghe di medie e in singoli casi grandi dimensioni, per lo più di fondo e di neve umida, anche fino a quote di fondovalle nelle zone più colpite dalle nevicate. In seguito l'attività valanghiva spontanea è andata nettamente riducendosi, ma non si escludono ulteriori isolati distacchi di piccole medie valanghe di neve umida, anche di fondo.
Oltre i 2800-3000 m si segnala la presenza di accumuli da vento, sia nuovi sia nascosti dall'ultima nevicata, specialmente alle esposizioni settentrionali: sui pendii ripidi maggiormente caricati dal vento, il passaggio di uno sciatore potrebbe provocare il distacco di una valanga a lastroni superficiale di medie dimensioni. La criticità maggiore si ha, come al solito, sotto le creste, all'entrata dei canali e in corrispondenza dei cambi di pendenza.

Tendenza
Fino a sabato correnti meridionali umide faranno affluire, a tratti, deboli perturbazioni sulla nostra regione: una passerà questa sera, una seconda è prevista per venerdì, ed una terza per sabato, causando nuvolosità diffusa con qualche periodo di precipitazione, intervallato da schiarite irregolari.


La prossima nota informativa sarà emessa in funzione dell’evoluzione nivo-meteorologica.