<< Precedente
 

Previsione pericolo valanghe per
mercoledì 01/23/2019


 

PERICOLO VALANGHE  

temperature fredde e bella neve nel nord-ovest;
poca neve nel sud-est

Mercoledì 01/23/2019
  


2100-2800 m

Il pericolo valanghe è 2-moderato sulla maggior parte del territorio regionale1-debole nei settori del sud-est e della Valle centrale. 

I problemi valanghivi, limitati a poche zone, sono: neve ventata strati deboli persistenti.

Aspetti da valutare per le attività fuoripista ed escursionistiche:
- recenti piccoli accumuli principalmente nel nord-ovest della regione, ben visibili e localizzati soprattutto sopra i 2500 m sotto le creste e in corrispondenza dei colli;
- tra 2100 e 2800 m sui pendii settentrionali, c'è una possibile instabilità nel vecchio manto, raramente sollecitabile: i punti critici sono le zone di passaggio da tanta a poca neve dove, solo in zone puntuali, il passaggio di uno o più sciatori può provocare il distacco di una valanga a lastroni, anche di medie dimensioni.

Andando verso il sud-est della regione gli accumuli sono molto più ridotti per spessore e numero ed è difficile che si propaghi il distacco di un lastrone.
E’ maggiore il pericolo di scivolate/cadute sulla neve dura rispetto al pericolo valanghe. Indispensabili ramponi o coltelli.

Attività valanghiva spontanea assente, salvo qualche piccola valanga di neve a debole coesione per le deboli nevicate previste sui rilievi di confine nord-ovest.


TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Giovedì 24:    Venerdì 25:  

Costante, al più in leggero rialzo, in relazione al possibile rinforzo dei venti, per giovedì lungo i confini nell'ovest della regione.


CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 01/21/2019
 

Manto nevoso
La struttura del manto è generalmente favorevole. Tuttavia si segnala, prevalentemente alle esposizioni settentrionali, la presenza di un'instabilità
profonda, seppur difficilmente sollecitabile, dovuta a strati di cristalli sfaccettati posti al disotto di croste da vento in via di disgregazione.

Innevamento
Neve assente nel fondovalle e scarsa in media montagna.
Soprattutto nel nord-ovest, buon innevamento sopra i 2200-2400 m; in generale il manto nevoso è disomogeneo perché lavorato dal vento, con qualche zona erosa fino al terreno in prossimità di creste e colli. Via via che ci si muove verso sud-est l'innevamento diventa sempre più scarso.

Valanghe ultime 24 ore
Assente.

Sciabilità: buona nel NW
Si calzano gli sci dai 1800-2300 m, sono da preferire i percorsi con strade poderali che portano in quota.
Nel nord-ovest si scia su uno strato di neve fredda soffice, molto bella da sciare. Alle esposizioni sud è già presente qualche crosta da fusione e rigelo sotto il limite del bosco, mentre alle esposizioni nord, grazie al freddo, è in formazione un po' di brina di superficie.
Andando verso il sud-est della regione, si scia su croste da vento o da rigelo, difficili, dure e irregolari.

Meteo in Valle

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n° 56 emesso il 01/22/2019 ore 45:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA