<< Precedente
 

Previsione pericolo valanghe per
venerdý 02/21/2020



PERICOLO VALANGHE  

Ancora vento forte da NW con neve da trasportare solo sulla dorsale di confine

Venerdý 02/21/2020
  

2500 m

   

Problema valanghivo: neve ventata

Valanghe provocate:
sopra i 2500 m
e prevalentemente lungo la dorsale di confine nord-ovest della Regione, uno sciatore/escursionista pu˛ provocare il distacco diávalanghe a lastroniádi superficie di piccole o al pi¨ medie dimensioni, dai pendii ripidi/molto ripidi.áGli accumuli sono visibili e aumentano per dimensioni (spessori 20-50 cm) e numero salendo di quota, mentre diminuiscono allontanandosi dalla dorsale di confine estero con F e CH. Sono presenti prevalentemente vicino a creste e colli e nei cambi di pendenza.á

Spostandosi verso sud-est dominano i pendii con neve superficiale molto dura: qui il pericolo maggiore Ŕádi scivolare e cadere; utili coltelli e ramponi.

Valanghe spontanee:
rari e localizzati scaricamenti dai pendii molto ripidi alla base delle fasce rocciose nel nord-ovest della Regione. Isolatiálastroni superficiali di piccole dimensioni nei pendii sottovento.



TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Sabato 22:    Domenica 23:  

Temperature in rialzo sabato e domenica, probabile aumento del grado di pericolo nelle ore pi¨ calde della giornata, zero termico a 3300 m.


CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 02/20/2020
 

Manto nevoso e neve fresca
Sulla dorsale di confine N e W e localmente nella valle centrale, 5-10 cm di neve fresca oltre i 2200 m, con accumuli di 20-30 cm a confine con la Francia sopra i 2900 m.
Attualmente l'innevamento Ŕ scarso nella valle centrale, alle esposizioni a sud Ŕ continuo oltre i 1800 m, un po’ pi¨ basso alle esposizioni settentrionali. Nelle valli laterali la neve Ŕ continua dal fondovalle solo nei settori ovest. Nelle valli pi¨ a est l’assenza di precipitazioni e il forte vento hanno compattato il manto e solo nei canali riparati si trova neve a debole coesione.
Innevamento disomogeneo: ampie zone erose, anche fino al suolo, soprattutto sopra i 2500 m dove il vento Ŕ stato pi¨ intenso e continuo.á
Strato superficiale: neve soffice o spesso ventata oppure vecchia neve dura (croste da pioggia o da fusione, rigelate).á
I vecchi accumuli sono ben legati allo strato sottostante.

Valanghe osservate (ultime 48h)
Lastroni di superficie di piccole/medie dimensioni provocati su pendio molto ripido oltre i 2600 m in esposizione N al confine con la Francia.á

SciabilitÓ: da discreta a mediocre
Esposizioni nord: zone con neve soffice/gessosa bella da sciare spesso accumulata nei canali e nelle vallette.
Esposizioni sud,áanche fino a 3000 m, e in bassa quota a tutte le esposizioni: croste da fusione e rigelo dure e generalmente portanti.á
In alta quota sastrugi e neve dura.

Meteo in Valle

CONDIZIONI NIVO-METEO DEGLI ULTIMI 7 GIORNI (fase di test e validazione)  
Monte Bianco Gran Paradiso Monte Rosa

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n░ 92 emesso il 02/20/2020 ore 00:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA