<< Precedente Vai all'archivio Successivo >>
 

Previsione pericolo valanghe per
giovedý 04/08/2021


 

PERICOLO VALANGHE  

Accumuli da vento sulla dorsale di confine. Neve fortemente indurita: pericolo di scivolamento!

Giovedý 04/08/2021
  

> 2300-2500 m

   

Problemi valanghivi principali: neve ventata.

Lastroni sulla dorsale di confine estero. Sul resto del territorio prevale il pericolo di scivolamento e caduta sulla superficie indurita del manto nevoso: si consiglia di portare con sŔ coltelli e ramponi.

Valanghe provocate
Qualche nuovo e recente lastrone, ben visibile,ásensibile anche al passaggio del singolo sciatore, principalmente negli avallamenti e, a ridosso delle creste, a tutte le esposizioni sopra 2300-2500 m.

Valanghe spontanee
Rari piccoli lastroni di superficie in alta quota. Qualche scaricamento di neve umida dalle rocce sui pendii molto ripidi soleggiati.


TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Venerdý 9:    Sabato 10:  
Venerdý in leggero calo per la progressiva stabilizzazione degli accumuli da vento sui pendii meridionali. Sabato in probabile aumento, dal pomeriggio, per l'arrivo di una nuova perturbazione.

CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 04/07/2021
  Nota bene: i pendii nei comprensori sciistici chiusi non sono gestiti e messi in sicurezza e quindi vanno considerati terreno potenzialmente valanghivo.

Neve fresca e innevamento
Qualche centimetro di neve fresca sulla dorsale di confine, tracce sul resto del territorio. In generale lo spessore del manto nevoso Ŕ inferiore alle medie del periodo, scarso in media montagna. Nel centro e bassa valle Ŕ spesso assente o ridotto anche in alta quota, dove il vento ha eroso molto la neve. Innevamento disomogeneo, con una grande differenza tra i pendii sud e quelli nord, migliore nel nord-ovest della regione. A sud limite neve continuo generalmente oltre 2300-2400 m, a nord oltre 1800 m. Dossi e creste sono spesso erosi e i canali sottovento carichi di neve. In superficie Ŕ talvolta visibile la crosta con la sabbia, alternata a zone con accumuli.

StabilitÓ del manto nevoso
Il manto nevoso Ŕ generalmente stabile anche grazie al deciso calo delle temperature. In alta quota si stanno formando nuovi lastroni di neve fredda, di circa 20 cm che possono avere uno scarso legame con le superifici indurite del manto nevoso. Soprattutto alle esposizioni nord e nord-est ci sono strati deboli interni sia in superficie (poco sopra lo strato con sabbia sahariana) che basali che non stanno dando problemi di stabilitÓ.


Valanghe osservate ultime 24h
Assente.

SciabilitÓ
Sui pendii nord, in alta quota, neve ventata o vecchia, dura. Alle esposizioni soleggiate e, ovunque alle quote pi¨ basse, neve trasformata portante.

Meteo in Valle

CONDIZIONI NIVO-METEO DEGLI ULTIMI 7 GIORNI  
Monte Bianco Gran San Bernardo Gran Paradiso Monte Rosa

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n░ 130 emesso il 04/07/2021 ore 00:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA