<< Precedente
 

Previsione pericolo valanghe per
sabato 04/20/2019



PERICOLO VALANGHE   Buona stabilità generale.
Rigelo notturno sufficiente.
Nelle ore calde pericolo in rialzo per valanghe di neve bagnata.
Sabato 04/20/2019
  
 


2000-2900 m

Il grado di pericolo valanghe su tutta la regione è 1-debole al mattino in rialzo a 2-moderato durante la giornata.

Buona stabilità generale: il rigelo notturno è variabile a seconda di nuvolosità e umidità, ma comunque sufficiente.
Si consiglia un'adeguata programmazione oraria delle escursioni, anche in base alle esposizioni percorse.
Problema valanghivo principale: neve bagnata.

Attività valanghiva provocata
- il sole ed il rialzo diurno delle temperature favoriscono il rischio di provocare valanghe di neve bagnata da parte di sciatori/escursionisti;
- rara possibilità di provocare il distacco di lastroni nei pendii ripidi estremi nord tra 2300 e 2900 m. Spessore del distacco: 30-50 cm;
- in alta montagna possibile qualche isolato residuo lastrone da vento piccolo e superficiale.

Attività valanghiva spontanea
Assente al mattino poi in leggero aumento durante la giornata, con scaricamenti nei pressi di barre rocciose e valanghe a lastroni sia superficiali sia di fondo dai pendii molto ripidi.


TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Domenica 21:    Lunedì 22:  
Costante con buone condizioni di sicurezza per le attività di scialpinismo e fuoripista.
Rigelo notturno variabile a seconda di nuvolosità e umidità, sufficiente solo sopra i 2300 m.
Pericolo in rialzo durante la giornata per valanghe di neve bagnata.

CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 04/19/2019
 

Innevamento scarso/assente fino a 2000 m, buono salendo di quota.

Manto nevoso
La nuvolosità degli ultimi due giorni e il rialzo diurno delle temperature hanno inibito il rigelo notturno: la scorsa notte è stato assente fino a 2300 m e scarso oltre tale quota, favorendo fusione e assestamento del manto nevoso a tutte le esposizioni.
Nei pendii in ombra c'è una struttura potenzialmente pericolosa: uno strato superficiale coeso sopra a uno strato debole formato da cristalli sfaccettati o calici, sepolto a circa 30 cm dalla superficie. Nelle ore calde, quando lo strato superficiale diventa umido/bagnato, gli strati deboli possono essere più facilmente sollecitati.

Attività valanghiva segnalata nelle ultime 24h
Assente.

Sciabilità in generale mediocre, migliore in piedo sud.
Neve primaverile nei pendii ripidi sud, anche fino a 3200 m. Neve farinosa in qualche pendio in pieno nord sopra 2800 m. Alle altre esposizioni e quote neve crostosa più o meno portante.

Meteo in Valle

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n° 143 emesso il 04/19/2019 ore 00:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA