<< Precedente Successivo >>
 

Previsione pericolo valanghe per
giovedì 12/06/2018


 

PERICOLO VALANGHE   Lastroni da vento sopra 2400 m
Giovedì 12/06/2018
  
 


2400

Il grado di pericolo valanghe è 3-marcato nell'ovest e nel nord della Regione, 2-moderato altrove.

II problema principale è la neve ventata: in quota i venti forti nord-occidentali continuano a formare accumuli con spessori ormai anche superiori al metro.

Attività valanghiva provocata
Nelle zone di confine con la Francia e la Svizzera il passaggio di un escursionista sui pendii ripidi può provocare il distacco di lastroni sopra i 2400 m. I punti critici si trovano nei cambi di pendenza, all'entrata dei canali e a ridosso delle creste. Aumentano di numero, spessore e grandezza con la quota. Sopra 2800 m, sui pendii molto ripidi, aumenta la possibilità di provocarne il distacco.

Attività valanghiva spontanea
- Sopra i 2400-2700 m nel nord e nell'ovest è possibile ancora qualche valanga di neve a debole coesione e a lastroni di medie dimensioni, dai pendii molto ripidi sotto vento.
- Sotto i 2400 m è possibile qualche scaricamento di neve a debole coesione umida nelle zone più soleggiate.


TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Venerdì 7:    Sabato 8:  
In possibile aumento da venerdì e sabato per venti molto forti.

CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 12/05/2018
 

Innevamento
Buono solo oltre i 2200-2300 m. Al di sotto si tocca il fondo con le solette degli sci.
Manto nevoso
Sui pendii meridionali è umidificato fino a 2600 m. Il fondo è comunque generalmente stabile, l'instabilità è superficiale e legata alla struttura a lastroni presente: grani arrotondati o particelle frammentate, che poggiano su cristalli angolari (strato debole) e croste.

Valanghe spontanee
Segnalate sopra 2400 m valanghe a lastroni di medie e qualche valanga di grandi dimensioni dai pendii orientali. Numerosi scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni di neve a debole coesione umida sui pendii meridionali.

Valanghe provocate
Nelle ultime 24 ore segnalate, lungo la dorsale di confine con la Francia e la Svizzera, valanghe a lastroni su pendii estremi sopra 3000 m provocate da uno sciatore. Il distacco ha interessato la neve recente trasportata dal vento con spessori di circa 40.

Sciabilità
Mediocre. Croste da vento, pioggia o da fusione e rigelo, poco portanti, almeno fino a 2500 m di quota. Al di sopra c'è un alternanza di croste più o meno dure da vento. Solo nelle zone più riparate dal vento si trova ancora neve bella da sciare.

Meteo in Valle

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n° 8 emesso il 12/05/2018 ore 00:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA