<< Precedente Vai all'archivio Successivo >>
 

Previsione pericolo valanghe per
martedì 12/03/2019


 

PERICOLO VALANGHE  

In quota accumuli ventati, soprattutto nell'ovest della Regione, in via di stabilizzazione.

Martedì 12/03/2019
  

2500 m

   

Problema valanghivo principale: neve ventata.
Il pericolo è maggiore nell'ovest della Regione, dove ha nevicato di più durante gli ultimi due eventi nevosi e dove il vento ha lavorato maggiormente la neve fresca, e decresce spostandosi verso est.

Valanghe provocate: venti moderati da S/SW hanno accompagnano le ultime nevicate, formando in quota nuovi accumuli, con spessori importanti, soprattutto sopra i 2500 m e nell'ovest della Regione. Il distacco di lastroni di piccole e medie dimensioni è possibile al passaggio di un singolo sciatore/escursionista. Le zone più pericolose sono i pendii molto ripidi appena sotto le creste e i colli. La buona visibilità facilita l’individuazione delle zone di accumulo maggiore, ma in alcuni casi potrebbero essere nascoste dall'ultima neve fresca caduta senza vento. 

Considerati i quantitativi di neve, la presenza di accumuli e la poca frequentazione di inizio stagione, le escursioni e le discese fuori pista richiedono esperienza nella valutazione delle condizioni, anche negli itinerari classici. Inoltre con forte sovraccarico è possibile andare a sollecitare anche strati deboli e discontinuità più profonde nel manto nevoso, con il conseguente distacco, in singoli casi, di valanghe di grandi dimensioni: rispettare sempre le distanze di alleggerimento!

Valanghe spontanee: dai pendii molto ripidi possibili valanghe spontanee a debole coesione e a lastroni di medie dimensioni: in alto per sovraccarico da vento e a causa del distacco di cornici, in basso destabilizzate dall'irraggiamento solare (tra SE e W). Possibili anche valanghe da slittamento.


TENDENZA PERICOLO VALANGHE  Mercoledì 4:    Giovedì 5:  

Gli accumuli da vento si stabilizzano gradualmente, anche grazie ad un leggero rialzo delle temperature in quota.


CONDIZIONI GENERALI
aggiornate al 12/02/2019
 

Neve fresca (domenica 01/12/2019): 10-20 cm in tutta la regione a partire da 1300 m di quota, pochi cm al di sotto con quota pioggia/neve a 800 m; punte di 30-40 cm in zona la Thuile e Monte Bianco.

InnevamentoManto nevoso
Buone condizioni di innevamento generale. La nevicata di ieri ha imbiancato momentaneamente tutta la valle a partire dagli 800/1000 m, ma in basso la poca neve sta fondendo con l'arrivo del sole. Neve continua da 1300-1400 m, 1600-1800 nella valle centrale
In alta quota e nei pendii nord gli accumuli di neve hanno raggiunto spessori considerevoli e ci sono numerose e grandi cornici, soprattutto nell'ovest della Valle d'Aosta, dove la recente nevicata ha formato ulteriori accumuli da vento. 
Più favorevoli le condizioni nell'est della regione, perché le vecchie grandi nevicate si sono stabilizzate e successivamente ha nevicato meno. 
All’interno del manto nevoso ci sono alcuni strati deboli o discontinuità, ormai sepolti in profondità e quindi difficilmente raggiungibili, ma un'eventuale valanga, scendendo, può coinvolgere anche questi strati, diventando molto grande.

Valanghe osservate ultime 24 h
Diversi distacchi spontanei di neve a debole coesione e a lastroni, generalmente di piccole e medie dimensioni, alle esposizioni sia soleggiate sia settentrionali.

Sciabilità: in generale buona. Fondo buono sicuramente sopra i 1500 m, al di sotto ed anche in zone di cresta si tocca ancora qualche sasso.
Neve crostosa/rigelata in basso, soffice, molto leggera e scorrevole in media montagna, più o meno ventata in alta montagna, con qualche dosso leggermente eroso. Nel sud-est neve più crostosa, ma generalmente portante e a tratti ricoperta da una spanna di neve polverosa.

Meteo in Valle

CONDIZIONI NIVO-METEO DEGLI ULTIMI 7 GIORNI (fase di test e validazione)  
Monte Bianco Gran Paradiso Monte Rosa

SCALA EUROPEA DEL PERICOLO VALANGHE Aumento del pericolo valanghe nell'arco della giornata
 
5
MOLTO FORTE
 
4
FORTE
 
3
MARCATO
 
2
MODERATO
 
1
DEBOLE

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI   LOCALIZZAZIONI CRITICHE
NEVE FRESCA
NEVE VENTATA
STRATI DEBOLI
PERSISTENTI
NEVE BAGNATA
VALANGHE DI
SLITTAMENTO
IN NERO: ESPOSIZIONI E QUOTE PIU' CRITICHE
Bollettino neve e valanghe n° 11 emesso il 12/02/2019 ore 00:00
Valido al di fuori delle piste controllate e gestite dai comprensori sciistici.
Per una corretta interpretazione del Bollettino consultare la specifica guida AINEVA